“Pensaci!”: parte la campagna contro abbandono rifiuti e auto in sosta davanti ai cassonetti

Prosegue con un'iniziativa di guerrilla marketing l'impegno di Comune e AcegasApsAmga nel sensibilizzare i cittadini verso corretti comportamenti nella raccolta differenziata. Laureni: "importante incidere sui comportamenti"

Una campagna per stimolare il senso di responsabilità

Prosegue l’impegno di Comune e AcegasApsAmga nella sensibilizzazione dei cittadini verso le buone pratiche di raccolta differenziata. Dopo le diverse iniziative volte a sensibilizzare sulla differenziata (l’ultima la distribuzione gratuita di un kit di raccolta per i pubblici esercizi), partirà nei prossimi giorni la campagna di guerrilla marketing, denominata “Pensaci!”. La campagna mira a combattere due problematiche purtroppo, estremamente diffuse: l’abbandono in strada di rifiuti ingombranti e la sosta delle auto nelle immediate adiacenze (o addirittura davanti) ai contenitori rifiuti. Si tratta di fenomeni che, da un lato, compromettono fortemente il decoro della città e, dall’altro, creano forti difficoltà al personale AcegasApsAmga nello svolgimento dei servizi.

Oltre alle sanzioni previste per tale genere di comportamenti, Amministrazione Comunale e Azienda, hanno deciso di giocare la carta di una comunicazione shock, ironica e diretta, mirata stimolare il senso di responsabilità verso scelte individuali che hanno un impatto economico e sulla qualità della vita di tanti.

Auto in sosta

Ogni volta che un operatore alla guida di un automezzo svuota-cassonetti non potrà effettuare lo svuotamento a causa di un’auto in sosta, inserirà sotto il tergicristallo una cartolina di colore rosa (il richiamo al rosa di una contravvenzione è voluto) con il seguente testo: “Gentile Cittadino/a, a causa di questo mezzo in sosta, non è stato possibile svuotare correttamente i contenitori dei rifiuti. La tua scelta ha comportato un danno per molti. Pensaci la prossima volta”.

Rifiuti ingombranti

Quando invece gli operatori AcegasApsAmga individueranno un rifiuto ingombrante abbandonato in strada, applicheranno allo stesso un adesivo fluorescente ad alta visibilità con il testo seguente: “Gentile Cittadino/a, nelle prossime ore passeremo a ritirare questo oggetto abbandonato. Occorre però sapere che la rimozione dalle strade di rifiuti ingombranti costa ogni anno 500.000 € che gravano su tutta la collettività. E’ possibile portarli ai centri di raccolta o possiamo ritirarli al tuo domicilio gratis: basta chiamare il numero 800 955 988. Pensaci la prossima volta”.

Dal momento che un rifiuto ingombrante viene nella maggior parte dei casi abbandonato nei pressi della propria abitazione, è plausibile immaginare che l’autore dell’infrazione abbia la possibilità di vedere il messaggio, magari attirato dalla cifra ben evidenziata, sullo stile del montepremi di una lotteria. Ma nelle intenzioni di Comune e Azienda, è ugualmente importante che la comunicazione arrivi ai passanti, in modo da prevenire comportamenti del genere, soprattutto in considerazione del servizio gratuito attivato proprio per lo smaltimento degli ingombranti.

pensaci_abbandonati_TS-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

pensaci_sosta_TS-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

  • La segnalazione: "Il ponte sul canale prima o poi viene giù". Il Comune: "A novembre via ai lavori"

  • Focolaio in casa di cura ad Aurisina: 18 positivi a Pineta del Carso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento