Si taglia e minaccia di morte un operatore del Sert per avere più metadone

La Polizia di Stato ha arrestato un uomo di 52 anni responsabile dei reati di interruzione di pubblico servizio, minacce, oltraggio e resistenza a pubblico Ufficiale

Foto di repertorio: Aiello

Pretende più dosi di metadone, poi si spoglia, si infligge dei tagli e minaccia di morte l'operatore del Sert. La Polizia lo ha quindi arrestato. È successo nel pomeriggio di ieri, giovedì 23 aprile: gli agenti del Commissariato di Polizia Polo San Sabba hanno eseguito un' ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Trieste su richiesta del P.M., nei confronti di F.D, 52enne indagato per i delitti di interruzione di pubblico servizio, minacce, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Le indagini, dirette dalla Procura di Trieste, sono partite da due recenti interventi delle Forze dell’Ordine nel Sert di Piazzale Canestrini, dove F.D., con atteggiamento minaccioso, si era recato pretendendo dai sanitari una quantità di metadone superiore a quella prescritta. In particolare, il 13 marzo scorso, vedendosi negare la dose, F.D. si è denudato, si è procurato ferite da taglio e ha minacciato ripetutamente non solo i sanitari ma anche le Forze dell’Ordine.

Nel mese di aprile, i sanitari del Sert si sono trovati ancora una volta ad avere a che fare con l'uomo, che si era nuovamente presentato in sede con la stessa pretesa. Al rifiuto l’uomo, dapprima ha offeso e minacciato gli operatori e le Forze dell’Ordine intervenute, poi ha minacciato di morte un operatore del Sert per farsi prescrivere altre dosi. In questo modo il pubblico servizio svolto dai sanitari del Dipartimento delle Dipendenze è stato interrotto per molto tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo questi reiterati comportamenti, il Giudice per le Indagini Preliminari ha accolto la richiesta del P.M. e ha emesso la misura cautelare in carcere nei confronti dell’indagato che è stato associato al carcere del Coroneo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

  • Orso bruno avvistato vicino alla ciclopedonale a Draga Sant'Elia

  • Malore sott'acqua a Sistiana: 38enne portato a Cattinara in codice rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento