Cronaca

Polizia ferroviaria: un indagato per possesso di marijuana su mille persone controllate

Nell'ambito dell'operazione della Polfer denominata "alto impatto" sono stati controllati anche 200 bagagli e si è vigilato sul rispetto delle norme sanitarie. L'obbligo delle mascherine all'aperto è stato rispettato

Più di mille persone identificate, oltre un centinaio di bagagli controllati, una persona indagata per il possesso di una modica quantità di marijuana per uso personale. La sesta edizione dell’operazione “Alto Impatto” ha visto impegnati gli agenti in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Friuli Venezia Giulia nella stazione ferroviaria di Trieste Centrale.  Coadiuvati da unità cinofile messe a disposizione dalla Guardia di Finanza di Trieste, gli operatori della Polizia Ferroviaria, hanno effettuato numerosi controlli alle valigie e borse custodite nel locale deposito, nonché ai bagagli dei passeggeri in transito.

Il recente obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto e, dunque, lungo le pensiline, oltre che nei locali della stazione, è stato rispettato senza problemi da tutti i passeggeri in arrivo e partenza da Trieste. Sotto il coordinamento, a livello nazionale, del Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno, l’operazione “Alto Impatto” rientra tra le iniziative volte a garantire la tutela dei viaggiatori e la sicurezza del trasporto ferroviario prevenendo ogni possibile azione improntata all’illegalità attraverso mirati controlli nelle maggiori stazioni italiane, tra cui quella del capoluogo giuliano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia ferroviaria: un indagato per possesso di marijuana su mille persone controllate

TriestePrima è in caricamento