menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidio no-Tav alla Festa del pd a Opicina

Ieri sera Debora Serrachiani è stata ospite alla Festa Democratica di Opicina, per l’iniziativa  "Trieste chiama Europa. La crisi, la politica, il futuro",organizzata dai giovani democratici di Trieste.L’abbiamo incontrata prima del dibattito, e...

Ieri sera Debora Serrachiani è stata ospite alla Festa Democratica di Opicina, per l'iniziativa "Trieste chiama Europa. La crisi, la politica, il futuro",organizzata dai giovani democratici di Trieste.
L'abbiamo incontrata prima del dibattito, e ci ha spiegato a cosa sono interessati i giovani, quali sono le domande che più spesso le vengono poste dai ragazzi, «i giovani sono soprattutto curiosi, le domande vertono sul funzionamento delle istituzioni europee».«Sono perlopiù interessati alle opportunità che offre l'Europa, sia come studio che come lavoro, ed è normale, vista la situazione in cui ci troviamo ora in Italia ed in Europa».
È stato organizzato dal Gruppo No Tav Isontino un "presidio" durante l'incontro, per avere un confronto diretto con l'Europarlamentare , per avere una risposta chiara in merito al progetto dell'Alta Velocità.
A noi la Serrachiani ha risposto che «Sono sempre stata chiara sull'argomento, ho incontrato più volte loro negli ultimi tempi. Noi siamo a favore delle infrastrutture, guardando alle esigenze del territorio e alle opportunità, facendoci carico delle responsabilità».
Non sono stati convinti le decine di "manifestanti", e nemmeno Paolo Menis, Consigliere Comunale della Lista Civica 5 Stelle, «La Tav non è assolutamente un'esigenza secondo noi, la vera esigenza del territorio è potenziare le infrastrutture esistenti, non crearne di nuove, con un altissimo impatto ambientale».


FOTO CSA UDINE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Report Iss, Riccardi: "In Fvg dati da zona gialla"

  • Cronaca

    Draghi approva il nuovo decreto: resta il coprifuoco alle 22

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento