menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

" Giuro di Essere Fedele alla Repubblica...." La Polizia di stato ha 211 nuovi Agenti Formati a Trieste

"Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservare lealmente la Costituzione e le leggi dello Stato, di adempiere ai doveri del mio ufficio nell'interesse dell'amministrazione per il pubblico bene. Agenti del 184.mo corso, lo giurate voi ? Lo...

"Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservare lealmente la Costituzione e le leggi dello Stato, di adempiere ai doveri del mio ufficio nell'interesse dell'amministrazione per il pubblico bene.
Agenti del 184.mo corso, lo giurate voi ?
Lo giuro !!! "

Alla presenza del Vice Capo Vicario della Polizia di Stato, Prefetto Alessandro Marangoni, 211 agenti in prova del 184.mo corso di formazione hanno giurato questa mattina presso la locale Scuola allievi agenti.

Dopo gli onori resi alla Bandiera della Polizia di Stato, già delle Guardie di Pubblica Sicurezza e concessa con Regio Decreto del 26 settembre 1930, e l'esecuzione dell'Inno di Mameli, è stata data lettura di un messaggio di saluto da parte del Capo della Polizia, che ha formulato agli allievi "un caloroso augurio per un futuro professionale che renda servizio al nostro amato Paese".

"Io ripongo molta fiducia in voi anche perché sono stato informato della serietà e della dedizione che avete profuso nella vostra complessa preparazione, rivelando - ha proseguito il Prefetto Manganelli - già adesso lo spirito di sacrificio e di collaborazione indispensabili per affrontare con serenità e consapevolezza il nostro lavoro".

Rivolgendosi ai 211 motivati ragazzi provenienti dalle varie Forze armate, egli ha consigliato loro di continuare "ad impegnarvi, non abbandonate lo slancio ideale che vi ha spinto fin qui.

Le difficoltà ed i pericoli possono essere affrontati solo con la preparazione e la consapevolezza dei propri limiti.

L'entusiasmo che vi anima e gli insegnamenti ricevuti - ha proseguito il Direttore - vi aiuteranno a superare ogni difficoltà e a rispettare l'impegno di fedeltà alle istituzioni" e ha concluso sottolineando il fatto che "il vostro impegno sarà fondamentale per garantire legalità e sicurezza, in un periodo nel quale le difficoltà e le incertezze creano tensioni e disagio tra i cittadini".

Dopo il giuramento con il quale gli agenti in prova hanno promesso fedeltà alla Repubblica e alle sue istituzioni, l'Agente Flavio Vispo ha letto la "Preghiera alla Patria".

Il Prefetto Marangoni ha premiato Giuseppe Pulejo, il Prefetto di Trieste Garufi Marco Di Chio, il Questore di Trieste Padulano Lucia Lazzara, l'Assessore regionale Seganti Antonio Bellanca e il Vice Sindaco di Trieste Martini Giuseppe Maria Spampinato.

Dopo le premiazioni sono stati festeggiati anche i cinquant'anni di attività della Scuola, istituita con un decreto ministeriale il 10 aprile 1962, intitolata dal maggio 2008 alla memoria dell'Assistente Vincenzo Raiola, ferito mortalmente il 14 maggio 1999 a Milano da colpi di mitra sparati da alcuni malviventi che assaltarono un portavalori.

In questi cinquant'anni di attività l'istituto triestino ha ospitato più di cento corsi di formazione, che hanno permesso di preparare ai servizi istituzionali oltre trentamila operatori.

Per sottolineare quel filo rosso che percorre lungo questi 50 anni di attività, prima dello svolgimento del giuramento, una rappresentanza del primo corso allievi Guardie di Pubblica Sicurezza - iniziatosi a Trieste nel maggio 1962 - ha deposto una corona d'alloro al cippo che ricorda i caduti, collocato all'interno dell'istituto e c'è stato uno scambio di doni fra il Sovrintendente Capo in quiescenza Lorenzo Germani e l'Agente Lucia Lazzara a suggello di un gemellaggio fra questi due corsi (il primo e l'ultimo in ordine cronologico), a testimonianza dell'impegno formativo della Scuola triestina.

Superate le severe prove di selezione, al termine del 184° corso di formazione per allievi agenti previsto per il prossimo 29 dicembre, i nuovi 211 agenti in prova della Polizia di Stato saranno immessi nei ruoli della Polizia di Stato e raggiungeranno Uffici, Reparti e Istituti di tutta Italia per svolgere il servizio operativo.

Ma l'attività presso la locale Scuola non si fermerà perché il prossimo 28 dicembre avrà inizio il 186.mo corso per allievi agenti, vincitori del concorso pubblico riservato ai volontari in ferma breve.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento