Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Quasi 1,5 Milioni di Euro dal Comune agli Edifici di Culto

A renderlo noto il consigliere comunale Paolo Menis, Movimento 5 Stelle, che ha chiesto un intervento al Sindaco e agli Assessori competenti In merito alla delibera “Bilancio di previsione 2013 e pluriennale 2013 – 2015. Assestamento” Paolo Menis...

A renderlo noto il consigliere comunale Paolo Menis, Movimento 5 Stelle, che ha chiesto un intervento al Sindaco e agli Assessori competenti

In merito alla delibera "Bilancio di previsione 2013 e pluriennale 2013 - 2015. Assestamento" Paolo Menis, capogruppo dei consiglieri pentastellati in Comune, ha chiesto «al Sindaco e agli Assessori competenti di avviare, assieme agli altri enti ed istituzioni coinvolte, un percorso mirato al trasferimento della proprietà degli edifici di culto agli enti religiosi di riferimento».

Allegata alla richiesta ci sono le premesse:

- il Comune di Trieste è proprietario di molti edifici di culto presenti in città;

- pur riconoscendo il valore storico-artistico-culturale di tali edifici, tale situazione comporta per il Comune (ma anche per la Regione FVG) l'obbligo di allocare cospicue risorse economiche per attività di manutenzione ordinaria e straordinaria; solamente nel 2013 in bilancio erano previsti interventi per 1.360.000 euro (1.710.000 euro nel 2012 e 2.260.000 euro nel 2011); ancora a titolo di esempio, la sola Chiesa di Sant'Antonio Taumaturgo ha beneficiato, dal 2002 al 2012, di circa 880.000 euro di contributi regionali

- a causa del Patto di stabilità, il Comune di Trieste è costretto a rimandare o a rinunciare all'esecuzione di opere pubbliche di primaria importanza

- soprattutto nella presente congiuntura economica, la conservazione dei luoghi di culto non può essere considerato compito istituzionale dell'ente locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi 1,5 Milioni di Euro dal Comune agli Edifici di Culto

TriestePrima è in caricamento