rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Il caso / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Via San Giorgio

Ristorante sotto attacco web: "Bombardati da recensioni fake, noi vittime di ricatto"

Marina e Roberto, moglie e titolare del "Ciò che piace" di via San Giorgio, denunciano una situazione esasperante. "Siamo stati in questura, siamo convinti che dietro ci sia un ricatto perché abbiamo detto più volte no alla pubblicità su Google". Informata anche la Polizia postale. Numerosi casi anche in Liguria

TRIESTE - "Vogliamo dirlo chiaramente, questa è mafia". E' vero che nel quotidiano l'immagine conta ma Marina e Roberto, moglie e titolare del ristorante "Ciò che piace" di via San Giorgio, non pensavano si potesse arrivare a tanto. Il profilo Google dell'attività è sotto attacco informatico da settimane, con decine di recensioni al giorno totalmente negative pubblicate da "profili falsi e bot" che stanno facendo perdere la pazienza ai ristoratori. "Siamo convinti si tratti di una forma di ritorsione perché abbiamo rifiutato più volte offerte telefoniche dove ci veniva chiesto di pagare per ottenere pubblicità". La Polizia postale di Trieste è stata informata della situazione che, secondo le ricerche effettuate, sembra interessare non solo il capoluogo del Friuli Venezia Giulia. "Ci sono almeno cinque ristoranti in Liguria finiti nella rete" specifica Marina. Nella mattinata di oggi 16 giugno la coppia si è recata in questura per sporgere denuncia.  

I fatti: "Vuole fare pubblicità su Google?"

Tutto parte settimane fa. Roberto riceve una telefonata. Dall'altra parte della cornetta una voce che si palesa come professionista della pubblicità. "Volete fare pubblicità su Google?" chiede. "No, grazie, non siamo interessati" risponde il titolare. Da quel giorno, per Marina "sembra impossibile venirne fuori. Ci sono account finti, decine al giorno, le facce dei profili sono rubate da altri, a volte sono presenti in due utenti, diversi ma uguali. Uno ha scritto che la pizza faceva schifo, ma noi siamo un ristorante di pesce. Un vero incubo". Nel caso dei ristoranti liguri si è mossa anche la Regione, scrivendo direttamente a Google Italia. "Lì è perché le attività erano dentro la guida Michelin ed alcuni erano stellati, sarebbe bello se l'amministrazione regionale potesse fare qualcosa". 

Quasi il 4 per cento delle recensioni è falso

Secondo un recente studio, nel 2021 su TripAdvisor quasi il 4 per cento delle recensioni (non solo quelle negative) è falso. "Ti bombardano - continua Marina - ed è frustrante, dopo due anni di pandemia abbiamo iniziato nuovamente a lavorare con i turisti ed ora arriva questa mazzata". Marina sostiene che i clienti abituali non danno importanza, ma tanti vacanzieri che passano per Trieste "leggono le recensioni, e quindi non vengono". Gli screenshot che Marina mostra parlano chiaro. Steve Fisher, Michelle Hodges, hello Yolo, come pure Imran Molla, Jennifer Fair, sam Schultz, e ancora, Kathi Clark, Mary Morgan, Ol Ef, Lucas Ogilve, Alexander Voropai, Sandra, Mary, Jasmine Pattison, due profili trascritti in cirillico, Fi Laif, Devon Young, gds dfgh, oppure, WanS StorY, tutti clamorosamente finti. 

Le istituzioni dovrebbero tutelare

Alcune recensioni palesano l'ignoranza totale, neanche dovessimo ascoltare italici buontemponi convinti dell'esistenza del ponte tra Trento e Trieste. "Quella più triste è stata quando un utente ha scritto che la pizza era orribile, però qui serviamo solo pesce". Dall'altro lato Google non fa niente per fermare l'avanzata delle truppe del fake. "Abbiamo letto e non abbiamo riscontrato nessuna violazione delle nostre norme, di conseguenza, questa recensione resterà visibile". Insomma, per Marina e Roberto la lotta è impari, di fronte ad un colosso impassibile ed insensibile di fronte ad un vero e proprio attacco. "E' un ricatto, una vendetta. Oggi è capitato a noi, domani può capitare a chiunque. Noi non lo accettiamo, ma siamo veramente stanchi e non sappiamo come reagire". 

Siete stati vittime di recensioni false? Vuoi raccontare la tua esperienza? Scrivici in posta di Facebook, saremo lieti di pubblicare la tua storia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristorante sotto attacco web: "Bombardati da recensioni fake, noi vittime di ricatto"

TriestePrima è in caricamento