Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Regioni-Sindacati: oggi la firma per trasferimento dipendenti pubblici Comuni-Province

Oggi a Udine la firma tra Regione e Sindacati dell'accordo Riordino del sistema Regione-Autonomie locali. Presidente Commissione Riforma delle Autonomie locali FVG, Claudio Grison: «La Regione tuteli gestione funzioni sul territorio»

Regione Friuli Venezia Giulia e rappresentanze sindacali del Comparto unico sigleranno oggi a Udine, nella sede della Regione di via Sabbadini (ore 17.00, Sala Kugy), l'accordo per il Riordino del sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni Territoriali Intercomunali (UTI) e riallocazione di funzioni amministrative.

L'accordo che sarà siglato riguarda in modo particolare le modalità di trasferimento e il trattamento economico del personale che sarà riallocato in applicazione della legge regionale 26 del 2014, anche nell'ipotesi del recesso di un Comune o dello scioglimento di una UTI.

L'atto verrà sottoscritto dalla presidente della Regione, dai delegati di UPI, ANCI e UNCEM e dalle rappresentanze sindacali di CGIL, CISL, UIL, CISAL e UGL.

Il presidente della Commissione per la Riforma delle Autonomie locali FVG, Claudio Grison: «Nel corso della seduta della recente riunione della Commissione è stata svolta una verifica dello stato di attuazione del processo attuativo della Legge regionale di riforma del Sistema Regione – Autonomie Locali (L.r. 26/2014 e s.m.i.) e, in particolare, un’analisi delle conseguenze recate dal trasferimento delle funzioni delle Province alla Regione e ad altri enti territoriali

Alla presenza del Presidente Claudio Grizon e dei consiglieri Gennaro Falanga, Emanuele Zanon, Giuseppe Gaiarin, Maria Monteleone ed Eros Cisilino, è stata sviluppata un’ampia ed approfondita valutazione sulle ripercussioni recate dalla cessione delle funzioni provinciali sul personale, sul patrimonio, sui beni culturali e su diversi altri aspetti

Al termine dei lavori la Commissione ha convenuto di formulare una sintesi delle valutazioni e proposte definite volta a sensibilizzare l’Ufficio di Presidenza e il Consiglio Direttivo dell’UPI nell’adozione di ogni opportuna azione volta a scongiurare gli effetti negativi che potrebbero prodursi dal dissolvimento degli importanti presidi istituzionali e amministrativi del territorio, attualmente garantiti dalle Province, nonché dalla dispersione del proprio patrimonio».

---
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regioni-Sindacati: oggi la firma per trasferimento dipendenti pubblici Comuni-Province

TriestePrima è in caricamento