Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Riapertura Centro Prelievi di Cattinara, la Regione Possibilista

Audizione della III Commissione Regionale oggi in merito alla petizione per la riapertura del Centro Prelievi di Cattinara; consiglieri interessati e possibilisti sull'ipotesi Presieduta dal consigliere Rotelli, si è tenuta oggi la riunione della...

Audizione della III Commissione Regionale oggi in merito alla petizione per la riapertura del Centro Prelievi di Cattinara; consiglieri interessati e possibilisti sull'ipotesi

Presieduta dal consigliere Rotelli, si è tenuta oggi la riunione della III Commissione (in foto la Presidenza) del Consiglio Regionale, per ascoltare i rappresentanti della petizione popolare che chiede di riaprire il centro prelievi di Cattinara.

A far da portavoce al Comitato l'ex consigliere comunale Lorenzo Giorgi, che ha illustrato le motivazioni che hanno portato la cittadinanza a chiedere a gran voce la riapertura della struttura di Cattinara. A promuovere l'audizione del comitato in commissione il consigliere regionale Bruno Marini.

Giorgi ha sottolineato l'inadeguatezza dell'attuale servizio concentrato soltanto al Maggiore, con meno personale rispetto a quanto offerto con due punti di prelievo, ed ha voluto rimarcare le oggettive difficoltà di accesso alla struttura ed all'attuale organizzazione che tutto fa meno che migliorare il servizio alla cittadinanza.

«Ogni mattina si creano disagi per la gestione dei prelievi - ha continuato Lorenzo Giorgi - costringendo inoltre gli operatori a lavorare sotto stress e con difficoltà, come peraltro già sottolineato dai sindacati. Una situazione ingestibile per una città come Trieste».

Il Comitato, anche per bocca di Graziella Goitan, ha voluto rimarcare l'assurdità delle motivazioni della chiusura del centro espresse in un recente passato dal dottor Cobello responsabile della Struttura. Secondo Cobello, infatti, la chiusura del punto di Cattinara era motivata dalla necessità di migliorare il servizio diminuendo i tempi di attesa e creando l'organizzazione del prelievo su appuntamento. Fatto che non si è assolutamente verificato.

Molti dei consiglieri regionali presenti fra cui lo stesso Marini (Forza Italia) e Codega (PD), hanno però valutato che per migliorare il servizio si tende ad aprire nuovi sportelli e non ha chiuderne uno dei principali. Dati allarmanti sono stati poi comunicati in Commissione, come quello che vede in ben 8.000 prelievi in meno la differenza tra il numero di servizi erogati prima e dopo la chiusura di Cattinara. Ottomila prelievi andati ai privati, con il conseguente esborso per il cittadino, oppure proprio non effettuati per i disagi provocati da tale chiusura? In ogni caso un danno per l'utenza finale....

La commissione ha deciso così di convocare Cobello per un raffronto serio, assieme all'ufficio di presidenza e ai consiglieri Triestini, sui dati e sulle reali necessità del territorio, invitando altresì il comitato a partecipare a tale riunione.

Giorgi (foto a sinistra) in conclusione ha voluto ringraziare il Claudio Visintin, promotore della petizione (assente per un problema di salute) e attento residente della periferia triestina sempre pronto a battersi per le cause dei più deboli, degli anziani e delle realtà sportive e culturali rionali; ha voluto ricordare anche la tragedia che ha colpito la famiglia Visintin, privata del loro caro figlio Maurizio a seguito di un incidente stradale provocato da un automobilista ubriaco, tragico atto che non ha fermato però i suoi famigliari nell'impegno a favore della comunità.

Infine il comitato ha voluto sottolineare il compiacimento ai componenti della Commissione per l'attenzione ricevuta e per le considerazioni favorevoli espresse in maniera chiara e netta.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapertura Centro Prelievi di Cattinara, la Regione Possibilista

TriestePrima è in caricamento