Cronaca Cologna - San Giovanni / Via Marziale

Rischio frana in villa Giulia, chiusi due sentieri

L'assessore ai Lavori Pubblici Elisa Lodi: "La chiusura è stata decisa in considerazione degli esiti delle indagini geologiche commissionate dal Comune a un geologo, a seguito di un modesto distacco di materiale roccioso che si era verificato dalla scarpata dell'ex cava"

foto Retecivica Trieste

Riceviamo dal Comune e pubblichiamo

Il Comune di Trieste-Servizio Strade e Verde Pubblico ha disposto, a tutela della pubblica incolumità, l'interdizione al pubblico del viale di accesso alla ex cava presente all'interno del Parco Urbano di Villa Giulia e del sentiero pedonale che corre sul coronamento della scarpata, in quanto potenzialmente interessati da fenomeni franosi di rilievo. L'interdizione di tali aree è stata effettuata a mezzo di recinzioni fisse.

La chiusura – precisa in una nota il competente Assessore ai Lavori Pubblici Elisa Lodi - è stata decisa in considerazione degli esiti delle indagini geologiche commissionate dal Comune a un geologo, a seguito di un modesto distacco di materiale roccioso che si era verificato dalla scarpata dell'ex cava. Il tecnico incaricato, sulla scorta di indagini sismiche e geomeccaniche, ha concluso che esiste in effetti un reale e concreto rischio di frana di importanti porzioni di tale scarpata, con potenziale interessamento del pianoro e dei laghetti sottostanti, di un tratto del viale che conduce alla zona e del sentiero pedonale che corre lungo il coronamento della zona a rischio di franamento.

Da rilevare che al fine di garantire l'accessibilità al Parco da via dei Baiardi è stato creato un collegamento tra il sentiero pedonale proveniente dalla suddetta via con il sentiero di accesso da via Amendola

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio frana in villa Giulia, chiusi due sentieri

TriestePrima è in caricamento