Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Via del Toro

Risse tra bande: 29 ragazzi indagati

Le indagini della Polizia hanno permesso di identificare e denunciare tutti i partecipanti alle risse e aggressioni avvenute in città: tutti giovani tra i 15 e i 18 anni, kosovari (la maggior parte), serbi e qualche italiano. Ritrovate armi improprie utilizzate nelle risse e sequestrati anche dei cellulari

La Polizia di Trieste ha reso noto che «a conclusione di un’indagine coordinata dalle Procura della Repubblica di Trieste e da quella presso il Tribunale dei Minorenni, ha individuato e deferito un nutrito gruppo interetnico di giovani che, nelle scorse settimane, si era erano resi responsabili di alcune aggressioni, in particolare di quella avvenuta in via del Toro. Alla luce dei gravi elementi di responsabilità raccolti, sono state emesse dalla magistratura giuliana, a carico di altrettanti indagati, ventinove decreti di perquisizione che, dalle prime ore di questa mattina, personale della Polizia di Stato ha eseguito, sequestrando cellulari e indumenti indossati al momento dei fatti reato e armi (taglierini, coltelli e mazze)».

Le indagini della Squadra Mobile hanno permesso di identificare tutti i soggetti presenti la sera dei fatti in via del Toro oltre che gli autori di due aggressioni realizzate nei giorni successivi. Si tratta di 19 minorenni (comunque tutti tra i 15 e i 18 anni di età) - spiega il capo della Mobile Marco Calì -, in gran parte kosovari, ma anche serbi e italiani: «Escludiamo la guerra etnica, ma pensiamo piuttosto che si tratti di dinamiche adolescenziali», ha spiegato il dirigente che poi ha riferito del ritrovamento di altre armi improprie (bastoni e mazze) nascoste o abbandonate nei pressi dei luoghi interessati dalle risse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse tra bande: 29 ragazzi indagati

TriestePrima è in caricamento