rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
L'iniziativa

Giro d'Italia in moto con i ragazzi Down, venerdì l'arrivo a Trieste

I sei ragazzi di Route 21 faranno tappa a Trieste venerdì 16 settembre. Il viaggio si concluderà a Roma il 5 ottobre

La Route21 Chromosome on the Road è in viaggio verso Trieste. Giunto all’ottava edizione, il giro d’Italia in moto con i ragazzi Down è partito lo scorso 3 settembre da Palermo e venerdì 16 settembre farà tappa nella città di Trieste dove incontrerà il sindaco Roberto Dipiazza, il Vescovo Mons. Giampaolo Crepaldi e l’Assessore alle politiche dell’educazione e della famiglia Nicole Matteoni.

L’incontro si svolgerà alle ore 12.30 presso il Salotto Azzurro del Palazzo Comunale, in Piazza Unità d’Italia. Sarà l’occasione per vivere un momento di confronto con il vicepresidente dell’associazione Diversa-Mente, nonché ideatore del progetto, Gian Piero Papasodero che ogni anno, dal 2015, organizza la Route21.

Passa da Trieste la Route21, giro d'Italia in moto con i ragazzi Down

Nata come un viaggio di amici che vanno a trovare altri amici, l’iniziativa si è presto trasformata in qualcosa di più grande, di più coinvolgente, in grado di arrivare non soltanto in ogni città ma soprattutto nel cuore di quanti hanno incrociato il suo cammino. La Route21, quindi, è un’esperienza che trasforma e che cresce. I protagonisti sono sei ragazzi che, a turno, saliranno a bordo della Harley Davidson guidata da Papasodero, percorrendo le strade d’Italia da Sud a Nord, dalla Sicilia al Veneto, dove ha sede l’associazione Diversa-Mente. Il viaggio si concluderà a Roma il 5 ottobre, toccando 33 città diverse. Tra le più importanti ci saranno, in ordine di arrivo, Catania, Crotone, Bari, Cervia, Venezia, Trieste, Verona, Monza, Torino, Genova, Pontedera, Cagliari, Arezzo, Civitanova Marche e Amatrice. “La normalità è il tema al centro del nostro viaggio – spiega Papasodero – Per noi non esiste il diverso né la disabilità, ci sono soltanto persone che attraverso il viaggio costruiscono relazioni e realizzano sogni. La Route21 è la testimonianza di una straordinaria normalità. Un’ avventura cominciata otto anni fa, un percorso entrato nel cuore della gente e che mi auguro possa non finire mai”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia in moto con i ragazzi Down, venerdì l'arrivo a Trieste

TriestePrima è in caricamento