Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Ruba in Chiesa: Colto in Flagrante dalla Polizia Locale e Denunciato Stanislav Obreza

Aveva "costruito" un attrezzo appositamente per rubare le banconote dalle cassette delle offerte Facile come rubare in chiesa è un detto figurativo ma c’è anche chi lo fa davvero, pensando di aver trovato il modo di far soldi facili, senza...

Aveva "costruito" un attrezzo appositamente per rubare le banconote dalle cassette delle offerte

Facile come rubare in chiesa è un detto figurativo ma c'è anche chi lo fa davvero, pensando di aver trovato il modo di far soldi facili, senza conseguenze. E' il caso di Stanislav Obreza, uno sloveno di 58 anni, noto per reati contro il patrimonio e con una particolare predilezione per le cassette delle elemosine nelle chiese: fatto abbastanza odioso, se si pensa che i soldi delle elemosine sono destinati a chi ne ha davvero bisogno.

Già nel 2006 la cronaca locale lo indicava come un esperto del settore. I luoghi di culto sono sempre aperti, poco affollati nei giorni feriali; con quella penombra ideale per passare inosservati. Le cassette sono là, incustodite, a disposizione dei fedeli che uniscono la preghiera ad un'offerta. Obreza è ben organizzato: introduce nelle fessure delle cassette un metro avvolgibile alla cui estremità ha appiccicato un forte adesivo e comincia a ravanare finché trova una banconota. A questo punto non resta che avvicinare il pescato al buco ed intascarselo.

L'altro giorno per fortuna, gli è andata male. Essere sul territorio è una caratteristica della Polizia Locale e un vantaggio allo stesso tempo: permette di conoscere i problemi, le persone e di captare possibili situazioni a rischio. Da un po' di tempo infatti, alcune pattuglie monitorano il fenomeno della mendicità nelle aree pedonali del centro e proprio durante quest'attività il personale si accorge della presenza un po' defilata di Obreza, poco distante dalla chiesa di piazza Hortis (più conosciuta come Sant'Antonio vecchio).

La pattuglia finge di non vederlo e prosegue per la sua strada; invece ritorna da un'altra parte e si apposta di nascosto davanti all'ingresso della chiesa. Dopo poco, eccolo entrare dalla porta principale: la pattuglia attende qualche minuto e fa lo stesso; aguzzando la vista, lo scorge nascosto dalla semioscurità in un angolo sotto il coro, in fondo alla chiesa. Viene accompagnato all'esterno e perquisito: oltre ai ferri del mestiere (tra questi anche una torcia stilo) gli operatori gli trovano 25 euro in banconote da 5 di cui non spiega la provenienza: tutte identicamente piegate come dovessero passare per una fessura.

Il sagrestano, interpellato, riferisce di averlo notato spesso dentro la chiesa e che ad ogni tentativo di avvicinarlo, questi guadagnava velocemente l'uscita; oltre a ciò gli era capitato di trovare vicino alle cassette pezzetti di adesivo.

Alla fine, accompagnato negli uffici del Comando il personale di Polizia Locale ha proceduto con l'identificazione di Obreza formalizzando poi la denuncia a piede libero per furto aggravato; sequestrato il denaro e gli strumenti di lavoro (in foto).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba in Chiesa: Colto in Flagrante dalla Polizia Locale e Denunciato Stanislav Obreza

TriestePrima è in caricamento