Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Sincrotrone Elettra: incontro tra Debora Serracchiani e le RSU

18.00 - Da parte sindacale sono state sottolineate le grandi potenzialità scientifiche di Elettra, che tra personale interno e indotto conta 400 ricercatori

Il Sincrotrone Elettra rappresenta  un'eccellenza del mondo della ricerca in Friuli Venezia Giulia.
Il nuovo Consiglio di amministrazione, fatto di personalità  indicate per la loro esperienza, la competenza professionale e la  capacità di visione, deve saper valorizzare le eccellenze  scientifiche di questa realtà, favorendo una più proficua  interazione con l'industria ad alto tasso di innovazione, non  solo regionale ma anche nazionale ed europea.

Lo hanno detto la presidente della Regione, Debora Serracchiani e l'assessore alle Finanze, Francesco Peroni, che hanno  incontrato a Trieste le rappresentanze sindacali del Centro di  ricerca internazionale che, sul Carso triestino, studia i  materiali attraverso due diverse sorgenti di luce di sincrotrone:  Elettra, anello di accumulazione di terza generazione, e Fermi,  laser a elettroni liberi di nuova concezione.

L'Amministrazione regionale, hanno precisato la presidente e  l'assessore, intende essere socia consapevole di questa realtà,  offrendo un responsabile contributo alla strategia, impegnandosi  ad accompagnarne un più stretto rapporto con le attività  produttive per favorire utili collaborazioni, non facendo mancare  anche un sostegno economico, ove compatibile.

« Con le scelte effettuate sul Consiglio di Amministrazione la Regione ha dunque voluto calarsi nelle dinamiche quotidiane di  Elettra, imprimendo una svolta strategica improntata  principalmente a favorire la ricerca applicata con un riscontro  industriale - ha precisato la presidente Serracchiani,  sottolineando tra l'altro che non è certo casuale la presenza nel CdA della presidente della banca regionale » , confermando l'impegno a favorire l'impiego di fondi comunitari e annunciando  anche la volontà di creare un "vero coordinamento" tra i tanti  enti di ricerca (sono 52 tra pubblici e privati) presenti in  Friuli Venezia Giulia.

Da parte sindacale sono state sottolineate le grandi potenzialità  scientifiche di Elettra, ma confermate le ancora limitate  ricadute industriali della struttura, che tra personale interno e  indotto conta 400 ricercatori. Ed è stata anche espressa una  preoccupazione sulla sostenibilità finanziaria, oggi basata  principalmente sui contributi derivanti da due leggi dello Stato.

In proposito l'assessore Peroni ha comunque ribadito la  disponibilità della Regione a verificare, nel quadro della  prossima finanziaria, la compatibilità di uno stanziamento di 1,5  milioni all'anno per dieci anni, al fine di garantire la  necessaria manutenzione straordinaria dei laboratori.

Da parte delle RSU è stata anche segnalata la necessità di  migliorare le relazioni sindacali e accrescere la trasparenza  della gestione.

L'incontro si è chiuso che l'impegno a un reciproco continuo  scambio di informazioni per tutelare un patrimonio della  collettività regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sincrotrone Elettra: incontro tra Debora Serracchiani e le RSU

TriestePrima è in caricamento