Cronaca

La Slovenia revoca l'epidemia e i 14 giorni di quarantena per chi rientra

Al rientro I controlli ai confini rimangono, e si continuerà ad entrare solo da alcuni valichi. Chi presenterà sintomi compatibili con la malattia non potrà entrare, e per i cittadini sloveni e dell'Ue che provengono da paesi extra UE è prevista la quarantena

La Slovenia è il primo paese europeo a revocare lo stato di epidemia. Cancellata anche la misura di quarantena per i cittadini sloveni e quelli degli altri stati Ue che entrano nel paese e che non abbiano lasciato l'Ue da più di 14 giorni. L'epidemia è stata revocata per il basso numero di casi positivi e degli indici di diffusione del contagio, ma rimangono attive le misure restrittive per arginare il diffondersi del virus. L'annuncio è stato fatto in tempo, prima della proroga di un altro mese degli aiuti economici anti crisi, che scadranno così a fine mese.

La quarantena

La quarantena vale ancora, con qualche eccezione, per i cittadini extra Ue che non hanno la residenza nei paesi Ue. Al rientro I controlli ai confini rimangono, e si continuerà ad entrare solo da alcuni valichi. Chi presenterà sintomi compatibili con la malattia non potrà entrare, e per i cittadini sloveni e dell'Ue che provengono da paesi extra UE è prevista una quarantena di 14 giorni.

Italiani e congiunti all'estero

Novità anche in tema di congiunti all'estero, problema che interessa molti triestini con parte della famiglia in Slovenia o in Croazia. Finora l'Italia non consentiva visite ai congiunti in altri paesi, ma ieri sono stati approvati alla Camera due ordini del giorno al prossimo decreto (tra i firmatari i deputati leghisti Massimo Ungaro e Alessandro Fusacchia), per dare la possibilità agli italiani fuori dal paese di far visita ai propri congiunti in Italia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Slovenia revoca l'epidemia e i 14 giorni di quarantena per chi rientra

TriestePrima è in caricamento