Sottopassi "fuori dal tunnel" del degrado: interventi in piazza Libertà, viale Miramare e via Flavia

Gli assessori Polli e Lodi confermano gli interventi di manutenzione straordinaria e preannunciano la "rivoluzione" di piazza Libertà

L'ironia del web dopo l'allagamento del sottopassaggio di piazza Libertà del 17 ottobre 2014

«Vorremmo fare il punto della situazione dei tre principali sottopassi della città, ossia quello di viale Miramare, via Flavia e piazza Libertà. Soprattutto quest'ultimo, posto nei pressi della Stazione centrale, avrebbe bisogno per esempio di una rampa per far scorrere le valigie - propone Alberto Polacco presentanto una mozione nella IV Commissione Lavori pubblici a firma anche dei colleghi di Forza Italia Piero Camber e Michele Babuder (presidente della Commissione stessa) -. La situazione all'interno è di grave degrado e imbrattamento, inoltre c'è la necessità di potenziare l'illuminazione. Infine chiediamo di installare un impianto di video sorveglianza per renderlo più sicuro».

«Chiediamo di riqualificarlo con vernici possibilmente "repellenti" ai graffiti», ha aggiunto Babuder, mentre la cogliera forzista Manuela Declich ha rimarcato che «la situazione di degrado è segnalata da anni ormai e serve una manutenzione costante. Inoltre mancano le indicazioni delle uscite». «Sarebbe da rivedere anche lo stato di pulizia perché certe volte bisogna farlo in apnea a causa della puzza - ha sottolineato Michele Claudio (Lega Nord). Inoltre quando piove ci sono spesso allagamenti». Su quello di via Flavia Roberto De Gioia (Verdi-Psi) ha evidenziato che «oggi purtroppo è utilizzato "solo" la domenica per le partita: sarebbe da valutarne l'utilità per decidere se riqualificarlo o chiuderlo».

«In piazza Libertà abbiamo già chiesto ad AcegasApsAmga la pulizia straordinaria e la sostituzione delle lampade - ha risposto l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi -; il problema verrà risolto poi definitivamente con il progetto di riqualificazione che partirà nel 2017 che prevede anche l'installazione delle telecamere. Stiamo programmando comunque delle ispezioni con gli uffici per valutare lo stato di tutti i sottopassaggi: per quello di viale Miramare che ha una frequenza di passaggio molto alta, dopo il sopralluogo abbiamo chiesto un preventivo ad AcegasApsAmga per migliorare la luminosità anche di giorno».

«Alla luce del nuovo accordo con AcegasApsAmga verrà ripulito quello di via Flavia. Daremo incarico agli uffici di valutare la frequenza dell'utilizzo - ha aggiunto l'assessore alla Viabilità e Traffico Luisa Polli -: faremo un rapporto benefici-spesa per decidere se riqualificare il sottopasso o creare un passaggio pedonale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il sottopasso è una pubblica via quindi non si può mettere a pagamento - ha risposto poi Polli alle domande delle consigliere pentastellate che avevano pensato a questa soluzione per evitare gl iatti vandalici -. Inoltre verranno installate telecamere in tutti il che dovrebbe disincentivare i writer: comunque esistono ormai vernici facilmente ripulibili con un semplice panno bagnato. Ovviamente se qualcuno verrà preso a imbrattare i soldi stessi della sanzione verranno utilizzati per il ripristino o altre opere di manutenzione: infatti esiste un capitolo per la manutenzione ordinaria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Cede un ramo, volo di 20 metri in via Commerciale: gravissimo

  • I contagiati salgono a 874, decessi a quota 47: il bollettino di oggi in Fvg

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • La Regione conferma il blocco totale, Fedriga firma una seconda ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento