Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Terremoto, in Consiglio la proposta per donare 50 mila euro ad Amatrice

La proposta della Giunta ha avuto il parere favorevole della Capigruppo: serviranno per la realizzazione o restauro di un'opera pubblica specifica indicata dal primo cittadino del Comune colpito dal sisma

Il Consiglio Comunale di Trieste si riunirà mercoledì prossimo, 7 settembre, alle ore 12.30, per esaminare e votare la proposta di deliberazione approvata lunedì (29 agosto) dalla Giunta Dipiazza per l'assegnazione di un contributo da parte del nostro Comune al Comune terremotato di Amatrice.

Lo ha comunicato il Presidente dell'Assemblea cittadina Marco Gabrielli, a seguito della  riunione di ieri dei Capigruppo consiliari che, convocata allo scopo in via d'urgenza, ha accolto con parere favorevole la proposta della Giunta. Nella stessa riunione è stato anche deciso di proporre a tutti i Consiglieri di devolvere allo stesso fine solidale il gettone di presenza alla suddetta seduta che si aprirà con un momento di silenzio in omaggio alle vittime della catastrofe.

Come già annunciato nei giorni scorsi – in una conferenza stampa tenuta dal vicesindaco Roberti – l'Amministrazione ha scelto la formula del sostegno “diretto” al Comune di Amatrice in quanto località tra le più colpite dal sisma del 24 agosto e dove, tra l'altro, sta già operando la squadra di Protezione Civile del Comune di Trieste. Proprio in tal senso specifici contatti erano stati già presi con il Sindaco della cittadina del Reatino Sergio Pirozzi.

Il contributo che sarà stanziato è stato proposto dalla Giunta, 50.000 euro, utile a contribuire alla realizzazione o restauro di un'opera pubblica specifica indicata dal sindaco di quel Comune. L'importo sarà attinto dal Bilancio comunale con una corrispondente riduzione del Fondo di Riserva, in coerenza contabile con gli obiettivi programmatici dell'Ente e con il Patto di Stabilità 2016.

«L'intendimento è anche quello – ha osservato in proposito il Presidente Gabrielli, in linea anche con l'auspicio del sindaco Dipiazza – di dare un segnale comunque preciso e concreto della solidarietà dell'intera città e della sua Amministrazione, espresso tramite il suo massimo organo decisionale, e nel contempo costituire anche un esempio per altre simili iniziative e raccolte di fondi e contributi da parte di enti e associazioni affinchè le zone colpite possano rinascere dalle macerie e a quelle popolazioni possa arrivare fin da subito da parte della nostra comunità un “segno” concorde, al di là di ogni distanza territoriale o politica, di vicinanza e di fattiva collaborazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, in Consiglio la proposta per donare 50 mila euro ad Amatrice

TriestePrima è in caricamento