Terremoto, Serracchiani: «Tutti commossi per operato nostra Regione con competenza e sensibilità»

La presidente della Regione Debora Serracchiani incontrando il personale di Fvg Strade, rientrato dalle zone colpite dalle emergenze terremoto e neve

«Oltre al ringraziamento mio personale e di tutta la Regione, vi trasmetto anche quello del Capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio e del commissario per la ricostruzione Vasco Errani: avete risposto prontamente e dato prova di efficienza, contribuendo, assieme ai volontari della Protezione civile regionale, a dimostrare ancora una volta quanto il Friuli Venezia Giulia sia solidale».

Così la presidente della Regione Debora Serracchiani, nell'incontro di oggi con il personale di Fvg Strade rientrato dalle zone dell'Abruzzo colpite dalle emergenze terremoto e neve.

Accompagnati dal presidente della società Giorgio Damiani e dal direttore della divisione Esercizio, Sandro Didonè, gli operatori, con a capo il responsabile della delegazione Alessio Vidoni, hanno ricevuto i ringraziamenti «per la dedizione, la disponibilità e lo spirito di servizio» con cui hanno partecipato alle operazioni di soccorso delle popolazioni a fronte dell'emergenza neve.

Serracchiani ha anche riportato le lusinghiere attestazioni di riconoscenza che il presidente dell'Abruzzo, Luciano D'Alfonso, ha più volte espresso, anche a nome della popolazione. «Sono rimasti tutti commossi per il fatto che una regione così lontana come la nostra si sia da subito attivata con tale competenza e sensibilità», ha osservato Serracchiani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Un ennesimo esempio dell'attenzione che la nostra società, per il tramite delle sue lavoratrici e dei suoi lavoratori, pone nei confronti del territorio e della comunità, sia essa nella nostra regione o in altra parte d'Italia», ha commentato il presidente Damiani, ricordando come l'aiuto portato in quelle terre martoriate da tante calamità naturali sia anche stato un modo per ricambiare quella solidarietà ricevuta quarant'anni fa in occasione del sisma friulano del '76.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Va a sbattere contro un cassonetto, brutto incidente in strada di Fiume

  • La Slovenia fa dietrofront: le frontiere apriranno gradualmente

  • La giunta "riscrive" il calendario delle feste: la Liberazione sarà il 12 giugno

Torna su
TriestePrima è in caricamento