Asugi potenzia la Radiologia: a Cattinara arriva un nuovo tomografo computerizzato

L’apparecchiatura va ad affiancarsi alle due apparecchiature TC attualmente in uso presso la Radiologia di Cattinara.

Foto Aiello

Nell’ambito dell’ampliamento dei servizi per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, ASUGI ha acquistato un nuovo tomografo computerizzato (TC) multistrato a 128 strati prodotto dalla ditta General Electric (modello REVOLUTION EVO). L’apparecchiatura è già disponibile e verrà collocata presso la SC (UCO) Radiologia Diagnostica ed Interventistica dell’Ospedale di Cattinara, in un’ampia sala di 45 metri quadrati ove era precedentemente installato un angiografo che viene dismesso. La sala è dotata di due stanze d’attesa separate che verranno utilizzate rispettivamente per i pazienti sospetti COVID e per i pazienti COVID postivi. Questa nuova apparecchiatura TC viene ad affiancarsi alle due apparecchiature TC attualmente in uso presso la Radiologia di Cattinara, rispettivamente l’apparecchiatura TC multistrato Toshiba a 64 strati acquisita nel 2006 e l’apparecchiatura TC multistrato a 256 strati Philips acquisita nel 2010.

Queste apparecchiature hanno garantito in questi anni una elevatissima mole di lavoro raggiungendo nel 2019 le 33325 prestazioni TC (18557 per pazienti afferenti dal Pronto Soccorso, 10579 per pazienti ricoverati e 4189 per pazienti ambulatoriali). Grazie all’installazione della nuova apparecchiatura sarà possibile quindi garantire l’effettuazione di esami TC su apparecchiature usate separatamente per pazienti COVID negativi piuttosto che pazienti COVID postivi o sospetti, con massime garanzie di sicurezza. Inoltre, per garantire uniformità di dotazioni per la Medicina d'Urgenza, ASUGI ha acquisito 4 elettrocardiografi portatili per la SC di Pronto soccorso e Medicina di Urgenza del P.O. di Gorizia, individuando il modello analogo a quello già presente presso il Pronto Soccorso di Monfalcone. ASUGI rinnova infine l’affidamento del servizio di noleggio di due litotritori extracorporei ad onda d’urto, a cui si aggiunge la presenza di un tecnico, destinati uno alla S.C. Clinica Urologica Ospedale di Cattinara e l'altro alla S.C.Urologia dell’Ospedale di Gorizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La litotrissia extracorporea è una tecnica non invasiva per la rimozione dei calcoli e fa parte delle tecnologie e competenze che consentono alle Strutture di ASUGI di affrontare l'ampia gamma delle patologie urologiche. Più del 12% degli uomini ed il 5% delle donne hanno un episodio di colica renale durante la loro vita prima dei 70 anni d’età. Nel 3% di persone prive di sintomi sottoposte ad ecografia renale si può riscontrare una calcolosi renale silente. Senza terapia la recidiva di colica renale è frequente, stimata nel 30% a 5 anni e nel 50% a 10 anni. Il 10% dei pazienti con calcolosi renale è altamente recidivante. Da 30 anni la clinica urologica di Trieste si occupa in modo specifico della diagnosi e trattamento della litiasi reno-ureterale. In particolare dal 1990 il suo centro della calcolosi è stato datato del litotritore (macchina rompi calcolo) che ha permesso di trattare più del 70% dei pazienti affetti da questa patologia con metodica mini invasiva. "La necessaria dotazione tecnologica, ci permette di affrontare l'emergenza sanitaria ma anche di proseguire a dare risposte ai bisogni dei nostri cittadini", conclude il Vicepresidente della Regione FVG Riccardo Riccardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • Coronavirus: 334 nuovi casi di cui 141 a Trieste, 3 decessi in Fvg

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento