Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Trieste, Anziana Morta a Cattinara "Abbandonata" per 5 Ore

Il Direttore Francesco Cobello smentisce la nota diramata dall'agenzia di stampa Adnkronos Malasanità a Trieste? «Assolutamente no». Questo in sintesi il botta e risposta tra Adnkronos, agenzia di stampa nazionale, e la Direzione dell'Azienda...

Il Direttore Francesco Cobello smentisce la nota diramata dall'agenzia di stampa Adnkronos

Malasanità a Trieste? «Assolutamente no». Questo in sintesi il botta e risposta tra Adnkronos, agenzia di stampa nazionale, e la Direzione dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Trieste riguardo il decesso di una signora ieri a Cattinara.

Ieri, una nota dell'agenzia riportava di una donna morta e lasciata con gli altri pazienti per dieci ore, prima di essere spostata: solo dei teli e paravento separavano la signora dagli altri ricoverati in Degenza.

Leggendo questa notizia, viene naturalmente in mente un pensiero, una parola: malasanità. Ma, parlando con la Direzione dell'Ospedale e leggendo il comunicato stampa, la vicenda assume tinte diverse dal "bianco e nero".

«In relazione all'articolo pubblicato da Adkronos, la Direzione afferma di aver immediatamente verificato quanto accaduto, apprendendo che la salma è rimasta in reparto dalle 8.15 del 2 marzo 2014, ora del decesso, fino alle 13 dello stesso giorno». Non si tratterebbe più di dieci ore, ma di quasi cinque, che resta un tempo comunque troppo lungo (infatti la prassi vorrebbe che passino al massimo due ore dal decesso al trasporto nella sala mortuaria dell'ospedale).

Quindi qual è il motivo per cui si è deciso di trasgredire a questa regola? «La salma è rimasta nella stanza di degenza ma riparata alla vista degli altri degenti dai paravento ed è rimasta in reparto su specifica richiesta del figlio della donna che aveva chiesto di attendere per concedergli un ultimo saluto alla madre. Alle 13 la salma è stata spostata». Resta da capire perché almeno non sia stata spostata in un'altra stanza dove non ci fossero ricoverati, tra l'altro impegnati a pranzare vista l'ora.

In pratica la Direzione difende l'operato del personale medico di turno e si dice «sorpresa che un atto di umanità sia stato interpretato come mancanza di rispetto per il deceduto o per gli altri ricoverati o addirittura di malasanità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste, Anziana Morta a Cattinara "Abbandonata" per 5 Ore

TriestePrima è in caricamento