rotate-mobile
Cronaca

Trieste, studenti in corteo contro la riforma Renzi-Giannini: qualche fumogeno ma nessuno scontro (FOTO)

12.51 - Circa duecento i ragazzi: tra i manifestanti anche professori e lavoratori delle scuole con bandiere Cabas e Fiom Cgil

Un lungo corteo (durato oltre tre ore) quello che questa mattina a Trieste, come in altre città d'Italia, ha visto scendere in piazza centinaia di giovani studenti: erano circa 200 quelli che sono partiti alle nove da piazza Goldoni e hanno concluso la loro manifestazione in piazza della Borsa (passando e paralizzando il traffico di via Carducci, via Ghega, piazza della Libertà, corso Cavour, via Milano e via Roma).

Uno sciopero in opposizione alla riforma scolastica Renzi-Giannini che ha trovato l'appoggio anche di docenti e lavoratori del settore che si sono uniti al corteo.

10ott14. Corteo studentesco (foto di Emanuele Esposito)

Non si sono verificati scontri con le forze dell'ordine (la Polizia apriva e i Carabinieri chiudevano, mentre la Polizia Locale gestiva il traffico). In tre momenti si è "usciti dalle righe": in piazza della Libertà, davanti la Stazione Centrale, i ragazzi hanno attaccato alla facciata dell'edificio dei cartelli contro i costi elevati dei trasporti ferroviari e urbani; poco più avanti, davanti la sala Tripcovic, è stato appeso uno striscione e lanciato un fumogeno; l'ultimo episodio si è verificato sotto la sede della Lega Nord in via Roma, anche qui è stato appeso un cartello e acceso un altro fumogeno, a sottolineare il disprezzo dei ragazzi contro il partito e le sue idee su immigrazione e famiglia.

Il corteo si è poi fermato in piazza della Borsa, dove per circa mezz'ora hanno preso in mano il microfono studenti, insegnanti e lavoratori, ognuno per dire la sua contro i «tagli e la privatizzazione delle scuole voluti da Renzi e Giannini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste, studenti in corteo contro la riforma Renzi-Giannini: qualche fumogeno ma nessuno scontro (FOTO)

TriestePrima è in caricamento