Cronaca Via di Montebello

Aggressione di via di Montebello: tentativo di violenza sessuale prima della rapina

La giovane vittima è stata anche morsa sul collo dall'assalitore messo in fuga da una passante che ha iniziato a suonare il clacson per attirare l'attenzione. Proseguono le indagini dei Carabinieri

foto di repertorio

L'aggressione avvenuta nella notte tra il 28 e il 29 dicembre scorsi assume contorni più drammatici: infatti, se in un primo momento le indiscrezioni parlavano di un'aggressione a scopo di rapina, in seguito è stato appurato che la giovane ragazza assalita in via di Montebello non è stata solo rapinata, ma c'è stato un tentativo di violenza sessuale impedito forse solo grazie al provvidenziale intervento di un'automobilista di passaggio che ha iniziato a suonare il clacson mettendo in fuga l'assalitore.

Come vi avevamo raccontato, la giovane stava tornando a casa dopo essere scesa dall'autobus della linea D della Trieste Trasporti ed è stata raggiunta da un ragazzo che ha affermato di ricordare fosse insieme a lei sul mezzo pubblico. Scaraventata a terra questo avrebbe cercato di spogliarla e morsa sul collo ferendola in più parti del corpo. A salvarla il clacson della nostra lettrice che ci ha raccontato di averli «visti a terra, lui sopra di lei. Inizialmente ho pensato fossero "intimi", ma poi ho notato che lei chiedeva aiuto. Allora mi sono chiusa in auto e ho iniziato a suonare il clacson». Un intervento provvidenziale che ha fatto scappare l'aggressore che però si portato via la borsa della ragazza.

«Ho fatto entrare la ragazza in auto - ci ha spiegato la testimone - e ha chiamato i Carabinieri» che, una volta ascoltata la giovane, sono intervenuti sulla zona in cerca dell'assalitore, ma sono riusciti a recuperare solo la borsa dalla quale erano stati portati via soldi (qualche decina di euro) e il cellulare.

A quel punto la ragazza, ancora sotto shock, ha sporto denuncia alla caserma di via Cumano e nel frattempo sono arrivati gli operatori del 118 per curare le lesioni agli arti e volto che la giovane si è procurata durante i momenti concitati del tentato stupro. Continuano le indagini dei Carabinieri per risalire all'identità all'aggressore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione di via di Montebello: tentativo di violenza sessuale prima della rapina

TriestePrima è in caricamento