Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Altopiano Carsico

Sondaggio a Opicina: tram, sicurezza e trasporto pubblico tra le richieste

L'amministratore del gruppo facebook "Vivere Opicina e l'Altipiano" Dario Pangher pubblica i risultati: "Uno strumento al servizio delle istituzioni locali, perchè i problemi si conoscono ma il loro grado di priorità non è sempre conosciuto e percepito nel modo corretto"

A Opicina e dintorni esiste un gruppo che si ritrova puntualmente su facebook per discutere le problematiche legate alla vita quotidiana della frazione del comune di Trieste. "Vivere Opicina e l'Altipiano" lavora ormai da qualche anno e la lista degli iscritti è arrivata ad oltre 4000 persone. Ad inizio ottobre l'amministratore Dario Pangher aveva lanciato un sondaggio tra gli utenti per tentare di realizzare un documento relativo agli interventi più urgenti richiesti nella zona. "La risposta è stata oltre le aspettative - ha affermato Pangher - con migliaia di visualizzazioni e centinaia di risposte". 

Il sondaggio 

"Erano 2 anni che non aggiornavamo questo strumento di informazione e condivisione - ha continuato l'amministratore - uno strumento al servizio delle istituzioni locali, perchè i problemi si conoscono, ma il loro grado di priorità forse non è sempre conosciuto e percepito nel modo corretto". Il Comune di Trieste infatti aveva realizzato il registro degli interventi, basato soprattutto sulle segnalazioni dei cittadini e, successivamente all'analisi del grado di importanza, provvede alla sistemazione delle questioni. "Purtroppo non si possono fare tutte le cose contemporaneamente ed è proprio in questo contesto che serve un grado di urgenza e di sapere ciò che le persone vogliono sia fatto prima" così Pangher. 

I risultati del sondaggio

Il tram di Opicina al primo posto non dovrebbe fare notizia, se non fosse che la situazione per quanto riguarda il ripristino della linea è ancora distante dall'essere risolta. La richiesta di maggiore sicurezza e la presenza delle forze dell'ordine rimangono ai primi posti - e c'era da aspettarselo, visti anche i recenti fatti di cronaca come la serie dii furti d'autovetture e la violenza su un ragazzo minorenne "colpevole" di aver preso le difese di una sua coetanea apostrofata da altri minorenni nella zona del centro civico. 

I punti dolenti 

L'incrocio tra Strada per Vienna e via di Basovizza rappresenta uno di questi "Si chiede se sia possibile fare una piccola rotatoria o almeno mettere in sicurezza quell'intersezione". "In generale la manutezione delle strade è un problema molto sentito, assieme all'assenza dei marciapiedi su molte vie dell'Altipiano (problema specifico di queste zone, a differenza del resto della città e che rende molti passaggi poco sicuri)".  

Il trasporto pubblico e le piste ciclabili

Il rinforzo del trasporto pubblico, che in passato ha visto anche alcune raccolte di firme, è un'altra tematica molto sensibile per chi vuole raggiungere la città, e in generale spostarsi, con i mezzi pubblici. Altra forma di mobilità è quella ciclabile e qui viene richiesto un modo sicuro di muoversi sull'altipiano tra i vari paesi e borghi, non solo su sentieri, ma su apposite piste ciclabili, visto l'aumento dell'utilizzo e della presenza di questi mezzi.

Su alcune strade in cui la velocità è elevata, ma in cui si sono costruite case e residenze, vengono richiesti dei passaggi pedonali più sicuri e una modalità per far limitare l'eccessiva velicità dei mezzi (in particolare sulla ex S.S.202, ma anche sulla via di Basovizza per esempio). Infine alcune tematiche sparse come la risistemazione di Piazzale Monte Re (che dovrebbe avvenire nei prossimi mesi), il completamento della fognatura e la costruzione di una piscina comunale (sull'esempio di quanto fatto a San Giovanni o ad Altura e che avrebbe un grosso bacino di utlizzo anche da oltreconfine).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggio a Opicina: tram, sicurezza e trasporto pubblico tra le richieste

TriestePrima è in caricamento