rotate-mobile
Transizione energetica

Scoccimarro: "La Regione spinge sulle Comunità energetiche rinnovabili"

Stanziati, oltre ai 29 milioni del biennio precedente, 7,2 milioni di euro per il triennio 2024-2026, che dovrebbero aumentare con l'assestamento di bilancio estivo

TRIESTE - "La Regione è fortemente impegnata nella transizione energetica e riconosce nelle Comunità energetiche rinnovabili uno strumento fondamentale per il cambiamento dei modelli di produzione e consumo di energia sui territori". Lo ha affermato oggi, in occasione del convegno "Futuri connessi: le Comunità energetiche rinnovabili si incontrano", l'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, energia e sviluppo Sostenibile, Fabio Scoccimarro, che ha anche sottolineato quanto "per favorire la transizione diventi cruciale informare e sensibilizzare gli stessi territori sulle opportunità delle comunità energetiche e sulla possibilità che queste esperienze si scambino buone pratiche". La Regione ha stanziato circa 29 milioni di euro nel biennio 2022-23, e ha concesso i contributi per l'installazione degli impianti fotovoltaici al fine della costituzione delle prime Comunità energetiche territoriali. "Attualmente - ha evidenziato Scoccimarro - sono già stanziati, rispetto al nuovo regolamento regionale al quale stiamo lavorando, 7,2 milioni di euro per il triennio 2024-2026, ma come per la misura precedente i fondi saranno certamente aumentati con l'assestamento di bilancio estivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoccimarro: "La Regione spinge sulle Comunità energetiche rinnovabili"

TriestePrima è in caricamento