rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
L'indagine Ires Fvg

Boom export in Fvg: quattro miliardi in più nel 2022

Un crescita del 22 per cento, come evidenziato da un'indagine Ires su dati Istat Export. Aumentano le commesse della cantieristica navale. In crescita il traffico con i paesi Ue e gli Usa, quello con la Federazione russa cala del 31 per cento

TRIESTE - L’export del Fvg è in crescita di quattro miliardi nel 2022, un crescita di 22 punti percentuali rispetto al 2021. Nel 2022 il valore delle vendite estere delle imprese del Friuli Venezia Giulia è stato pari a oltre 22 miliardi di euro. Lo rende noto il ricercatore dell’Ires Fvg Alessandro Russo che ha rielaborato dati Istat.

Il risultato regionale è superiore a quello delle altre regioni del Nordest (che nel complesso fa segnare +16 per cento); a livello nazionale la variazione è stata del +20%. Forte incremento, inoltre, per il valore delle importazioni regionali (+29,1 per cento), mentre l’avanzo commerciale è comunque aumentato (da 8,8 miliardi di euro nel 2021 a 10 miliardi nello scorso anno).

Il risultato è fortemente condizionato dai rialzi dei prezzi, che hanno riguardato quasi tutti i settori. Il comparto delle produzioni in metallo (che include la siderurgia), ad esempio, ha fatto registrare un incremento del valore delle vendite pari a +24,6 per cento nello scorso anno, mentre le navi e le imbarcazioni registrano un +28,1 per cento. A Trieste l'aumento è stato del 22,4 per cento, a Gorizia +46,7 per cento, per l'andamento delle commesse della cantieristica navale.  Al netto delle vendite di navi e imbarcazioni, infatti, il risultato per la provincia di Gorizia sarebbe comunque positivo (pari a +22,4 per cento) ma in linea con la media regionale.

Aumentano soprattutto i flussi verso i Paesi UE (+25,8 per cento), e al di fuori dell’Unione Europea si registrano flussi molto significativi verso gli Stati Uniti (+27,2 per cento, un andamento connesso al settore della cantieristica navale e al comparto del mobile). Gli scambi commerciali con la Federazione Russa, dopo diversi anni di sanzioni e infine a causa del conflitto in corso, si sono progressivamente ridotti, da 210 milioni di euro nel 2021 a 144 milioni nello scorso anno (-31,4 per cento).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom export in Fvg: quattro miliardi in più nel 2022

TriestePrima è in caricamento