Reddito d'emergenza: dal decreto spunta un altro bonus da 400 a 800 euro

A sorpresa il decreto agosto prevede la proroga di un’altra mensilità - previa presentazione di una nuova domanda - del reddito di emergenza per le famiglie più bisognose (da 400 a 800 euro, nei casi di presenza di disabili gravi o non autosufficienti l'importo può arrivare agli 840 euro)

Il decreto agosto prevede la proroga di un’altra mensilità - previa presentazione di una nuova domanda - del reddito di emergenza per le famiglie più bisognose (da 400 a 800 euro, nei casi di presenza di disabili gravi o non autosufficienti l'importo può arrivare agli 840 euro). Per ottenere quella che sostanzialmente è la terza tranche del sussidio si potrà fare richiesta entro il 15 ottobre.

I requisiti per ottenere il reddito di emergenza sono: residenza in Italia;  reddito familiare, per il mese di aprile 2020, inferiore all'ammontare del beneficio; patrimonio mobiliare inferiore a 10mila euro, accresciuta di 5mila euro per ogni componente successivo al primo e fino a un massimo di 20mila euro; Isee inferiore a 15mila euro. La domanda può essere presentata attraverso il servizio online sul portale, oppure tramite patronati o CAF.

A oggi le domande giunte all'Inps sono state inferiori rispetto alle previsioni. Circa 500mila, a fronte di una stima iniziale di 868.000. Per coloro che hanno presentato la domanda entro il 31 maggio 2020, le mensilità del reddito di emergenza sono state erogate alle famiglie italiane con le mensilità di maggio e di giugno. Invece le famiglie che hanno richiesto il REM nel mese di giugno hanno ricevuto il beneficio nei mesi di giugno e luglio 2020. 

Ma non è tutto. Il decreto agosto introduce infatti anche nuove indennità per alcune categorie di lavoratori. Tra queste, mille euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo danneggiati dall’emergenza Covid-19 e per altre categorie di lavoratori (iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo in possesso di determinati requisiti, dipendenti stagionali appartenenti ad altri settori, gli intermittenti e gli incaricati di vendite a domicilio). Prevista pure un’indennità di 600 euro per i lavoratori marittimi e gli stagionali sportivi.

Tra le novità in arrivo, c'è anche il via libera all’adeguamento dell’assegno di invalidità civile al 100%, estendendo il regime previsto per le persone di età pari o superiore a 60 anni (circa 650 euro al mese) per tutti i maggiorenni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento