Eventi Magazzino 1 presso il Molo IV

Donatori sangue, domenica la 53a giornata provinciale: riconoscimenti per oltre 500 persone

I diciottenni che hanno donato nel giorno o settimana del compleanno sono 10 mentre 18 sono i giovani che hanno donato entro il mese del 18esimo compleanno

Anche quest’anno si rinnova la tradizionale festa del dono del sangue e della solidarietà. Nella Sala Tre del Magazzino 1 presso il Molo IV, domenica 23 ottobre alle ore 10.00 avrà luogo la 53esima Giornata provinciale del Donatore di Sangue organizzata dall’Associazione Donatori Sangue di Trieste.

Alla presenza delle autorità civili, militari, sanitarie del capoluogo provinciale e delle numerose rappresentanze delle consorelle FIDAS, verranno consegnate le onorificenze ai soci donatori per sottolineare pubblicamente l’importanza di questo gesto di solidarietà che «Noi, donatori di sangue e di plasma»,-precisa il Presidente ADS, Dott. Ennio Furlani- «in possesso di questo “seme culturale” avvertiamo l’obbligo morale di cercare di instillare in tutti i cittadini carenti, e non soltanto nei giovani. E ci comporteremo in questo modo fin quando ci verrà permesso di continuare a farlo. No, anche dopo.»

Quest’anno le targhe conferite saranno 23, 4 donne e 19 uomini, 28 le stelle dorate, 2 donne e 24 uomini, 52 i distintivi dorati, 13 donne e 39 uomini, 53 le medaglie dorate, 8 donne e 45 uomini, 108 le medaglie d’argento, 21 donne e 87 uomini, 134 le medaglie di bronzo, 41 donne e 93 uomini, 240 i diplomi, 88 donne e 152 uomini.

I diciottenni che hanno donato nel giorno o settimana del compleanno sono 10 mentre 18 sono i giovani che hanno donato entro il mese del 18esimo compleanno.

Il 28 dicembre 2015, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il nuovo decreto ministeriale intitolato ‘Disposizioni relative a requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti’ che regola tutte le attività trasfusionali dalla raccolta del sangue ed emocomponenti alla loro lavorazione, conservazione, distribuzione e trasfusione nei reparti e ambulatori.

«Sono cambiati alcuni criteri di idoneità alla donazione di sangue. Per tale ragione, dall’aprile scorso, è stato introdotto il nuovo questionario con un maggior numero di domande che recepisce il formato allegato al DM, ed è quindi identico in tutti i Servizi Trasfusionali Italiani» spiega il Dott. Luca Mascaretti, Direttore del Dipartimento ad Attività Integrata Immunotrasfusionale di Area Vasta Giuliano-Isontina, che prosegue «Ci rendiamo conto che alcuni nuovi criteri di idoneità sono in contrasto con quelli precedentemente in uso e a volte questo può creare incomprensione nei nostri donatori; tuttavia, i nuovi criteri sono basati sull’avanzamento della conoscenza (ad esempio precedenti epatiti virali anche se guarite sono un rischio per i riceventi) e rispecchiano mutamenti nella società (ad esempio l’immigrazione e l’aumento dei viaggi) e devono essere rispettati»

Il nuovo DM rappresenta un utile strumento per garantire che i prodotti del sangue raccolti nei Servizi Trasfusionali, rispondano ai più aggiornati requisiti Europei di qualità e sicurezza.

L’ADS, nel ringraziare i propri associati che assicurano con il gesto volontario e non remunerato la disponibilità di emocomponenti e medicinali plasmaderivati per i cittadini, sottolinea attraverso la giornata a loro dedicata, la valenza etica del dono che, privo di incentivazioni e remunerazioni, costituisce un atto di partecipazione civica e un esempio di solidarietà da diffondere nella popolazione e in particolare tra i giovani- come spesso sottolineato dallo stesso Centro Nazionale Sangue-

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donatori sangue, domenica la 53a giornata provinciale: riconoscimenti per oltre 500 persone

TriestePrima è in caricamento