Il censimento / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Unità d'Italia

Al via il censimento permanente per 8mila famiglie

Le famiglie incluse nella rilevazione “Areale” saranno contattate direttamente dai rilevatori incaricati dal Comune; le famiglie incluse nella rilevazione “da Lista” riceveranno direttamente da Istat una comunicazione contenente le credenziali per la compilazione autonoma sul sito Istat del questionario della rilevazione

TRIESTE - Al via il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni 2023: interesserà circa 8mila famiglie a Trieste. La presentazione è avvenuta oggi nello Stand del comune allestito nel Villaggio Barcolana in Piazza dell’Unità con l’assessore alle politiche dei servizi generali, Sandra Savino e dei dirigenti comunali. Il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni edizione 2023, dal 2018 è diventato annuale e non più decennale e ora coinvolge ogni anno solo un campione rappresentativo di famiglie.

Per il 2023, il periodo di rilevazione andrà dal 2 ottobre al 22 dicembre e nel Comune di Trieste saranno interessate circa 8mila famiglie che potranno essere coinvolte nel seguente modo: le famiglie incluse nella rilevazione “Areale” saranno contattate direttamente dai rilevatori incaricati dal Comune; le famiglie incluse nella rilevazione “da Lista” riceveranno direttamente da Istat una comunicazione contenente le credenziali per la compilazione autonoma sul sito Istat del questionario della rilevazione. Sarà sempre possibile contattare il Comune telefonicamente per chiarimenti o per fissare un appuntamento presso il Centro comunale di rilevazione. A partire dal 7 novembre, la famiglia interessata dalla rilevazione “da Lista” e che non abbia ancora compilato il questionario, potrà essere contattata da un rilevatore incaricato.

L’Assessore alle Politiche dei Servizi Generali, Sandra Savino, ha dichiarato che "La cittadinanza non deve considerarlo come un aggravio per il cittadino, ma piuttosto come uno strumento fondamentale, utile a fotografare la situazione esistente che nel corso del tempo si modifica in maniera molto veloce. Grazie a questa istantanea, che fissa e analizza la situazione sociale ed economica del territorio, è possibile infatti valutare le azioni politiche da mettere in campo e gli eventuali correttivi da apportare rispetto a variazioni che emergessero dallo studio delle rilevazioni e che possano andare a modificare le linee di intervento, soprattutto di carattere politico, a beneficio proprio dei cittadini"

I dati verranno trattati mantenendo il segreto statistico secondo la normativa vigente, saranno elaborati in forma anonima e aggregata e non verranno diffusi ad altri soggetti, né incrociati con altre banche dati. Saranno 7mila i cittadini coinvolti nella rilevazione “da Lista” e altre 750 per quanto riguarda quella “Areale” e sono stati selezionati 47 rilevatori statistici che si recheranno anche presso le singole abitazioni per aiutare le famiglie, qualora lo richiedessero, a compilare le schede di rilevamento. I cittadini possono procedere anche autonomamente, compilando da sé le schede, ma qualora insorgessero dei dubbi o avessero la necessità di farsi aiutare potranno fissare un appuntamento con i rilevatori o recarsi alle sedi del Centro Comunale di Rilevazione del censimento di Via Ottaviano Augusto 12 (presso l’area del mercato ortofrutticolo all’ingrosso) e, da quest’anno anche l’apertura di un ulteriore sportello presso lo Sportello inclusivo in via della Procureria 2/a privo inoltre di barriere architettoniche per favorire l’accesso di chi avesse difficoltà motorie. E’ attivo poi un numero verde dell’Istat (800.188.802) a cui si aggiunge un numero telefonico dedicato dell’Amministrazione comunale (lo 0406755010) dove telefonare per dirimere dubbi e ottenere chiarimenti e informazioni.

Si tratta di due diverse rilevazioni censuarie: una si chiama “Areale” e già da questa settimana i rilevatori si recheranno in una serie di civici e affiggeranno delle locandine con cui comunicheranno che a partire dal 17 ottobre passerà un rilevatore a intervistare tutte le famiglie che risiedono in quel condominio. La seconda, che si chiama “da Lista” ripercorre un po’ le modalità di quello che era il Censimento classico, solo che in questo caso si basa solo su un campione e non sulla totalità della popolazione. Per questa rilevazione le famiglie hanno già ricevuto o riceveranno delle lettere spedite dall’ISTAT contenenti delle credenziali per poter rispondere anche autonomamente online al questionario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il censimento permanente per 8mila famiglie
TriestePrima è in caricamento