Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Località Bagnoli della Rosandra

Simulazioni e consigli utili nel weekend del Soccorso alpino per i 60 anni di attività (VIDEO)

Presenti molte istituzioni e volontari delle diverse stazioni limitrofe, sia italiane che slovene: molte attività per famiglie e ragazzi per sensibilizzare al corretto approccio all'ambiente impervio

«Un senso di piena fiducia, di grande tranquillità e sicurezza», questo il commento del vicesindaco di Trieste, Pierpaolo Roberti, al termine della manovra dimostrativa organizzata dal Soccorso Alpino di Trieste nella giornata di domenica 25 settembre, a chiusura delle manifestazioni celebrative in occasione del 60° anniversario di costituzione della Stazione. Un commento a caldo, avendo partecipato come figurante (ferito) in una sequenza di imbarellamento in parete, con calata e successiva ripresa in teleferica. Un commento particolarmente gradito perché esprime l’anima del Cnsas e dei suoi volontari: operare in sicurezza, in modo rassicurante per gli infortunati e in un clima di fiducia tra gli operatori e gli alpinisti. Le giornate di chiusura, concentrate in Val Rosandra presso il Casello Modugno, hanno effettivamente centrato l’obiettivo di coinvolgere pubblico e operatori in una iniziativa di sensibilizzazione all’approccio consapevole all’ambiente impervio.

24set16. simulazione soccorso alpino val rosandra-2

Sabato mattina la Stazione di Trieste ha simulato il recupero di un infortunato nella zona della cascata della “Valle”, con la collaborazione della Stazione di Sappada e di una delegazione del Soccorso Alpino Sloveno, realizzando la prima manovra tecnica italo-slovena sul territorio del carso triestino. Il pomeriggio è proseguito con una serie di proposte per famiglie e ragazzi, organizzate con l’aiuto delle Scuole triestine di Alpinismo delle sezioni del Cai XXX Ottobre, Alpina delle Giulie e Slovensko planinsko društvo, che hanno attrezzato vie di diverse difficoltà su cui ragazzi piccoli e grandi si sono cimentati con l’arrampicata, chi da “esperto”, chi per la prima volta. Presso il casello un’installazione artificiale curata da Gravità Zero ha permesso anche ai più piccoli di cimentarsi con il boulder; per tutti i ragazzi il pomeriggio si è chiuso con un’attività formativa organizzata dai volontari del Soccorso Alpino, finalizzata a valutare i materiali utili per le escursioni da portare nello zaino e ad acquisire le competenze di base per fornire indicazioni sulla propria posizione in caso di richiesta di aiuto. La serata ha visto raccogliersi le Stazioni del Soccorso Alpino presenti per una cena sociale, a cui hanno partecipato molti tra i primi fondatori e i volontari che hanno prestato servizio nella Stazione di Trieste nell’arco dei 60 anni della sua operatività.

24set16. simulazione soccorso alpino val rosandra-4

Folto il pubblico che si è trattenuto ad osservare le manovre dimostrative della domenica mattina, a cui hanno assistito anche i rappresentanti istituzionali dei Comuni di Trieste e di San Dorligo della Valle, del Corpo Forestale, della Protezione Civile e dell’Arma dei Carabinieri. Alla manifestazione sono intervenuti anche il Presidente del Soccorso Alpino del Friuli Venezia Giulia, Vladimiro Todesco, e del Veneto, Rodolfo Selenati, oltre al Vicepresidente e al Delegato del Cnsas del Friuli Venezia Giulia – Sergio Buricelli e Sandro Miorini – presenti fin da sabato alle diverse iniziative.

24set16. simulazione soccorso alpino val rosandra-3

Molto soddisfatto il Capostazione di Trieste, Stefano Perper: «Le due giornate hanno visto impegnati nel complesso una quarantina di volontari del Soccorso Alpino triestini, veneti e sloveni, segnando concretamente, oltre che simbolicamente, un ulteriore passo avanti nella promozione di una logica di collaborazione tra le Stazioni, di condivisione delle finalità culturali del sodalizio e di coinvolgimento del pubblico e di quanti frequentano l’ambiente impervio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simulazioni e consigli utili nel weekend del Soccorso alpino per i 60 anni di attività (VIDEO)

TriestePrima è in caricamento