rotate-mobile
Relazioni internazionali

L’ambasciatore israeliano visita per la prima volta la Risiera

Drone Eydar aveva partecipato nei giorni scorsi a un convegno e aveva incontrato le autorità locali. Oggi la visita a quello che è stato l’unico campo di concentramento in Italia con forno crematorio

La prima visita dell'ambasciatore di Israele in Italia Dror Eydar alla risiera di San Sabba ha avuto luogo questa mattina, domenica 3 luglio. Eydar aveva incontrato nei giorni scorsi il presidente Fedriga, offrendo al Friuli Venezia Giulia la collaborazione del suo paese per affrontare la siccità. Oggi, la visita all'ex campo di concentramento e drammaticamente noto come unico “lager” nazista in Italia dotato di forno crematorio. Accompagnato dal vicesindaco Serena Tonel, dal responsabile e curatore del Memoriale Maurizio Lorber e dall’assessore alla Cultura della Comunita ebraica di Trieste Livio Vasieri, l’ambasciatore Dror Eydar ha voluto così conoscere e approfondire con questa sua prima visita la storia e le vicissitudini di questo luogo sacro, soffermandosi in meditazione e preghiera, recitando anche il “Canto dei giardini” che racchiude il sogno millenario del ritorno a Sion, scritto più di 2500 anni fa.  La Risiera di San Sabba – stabilimento per la lavorazione del riso edificato a partire dal 1898 – è stata utilizzata dopo l’8 settembre 1943 dall’occupatore nazista come campo di prigionia e destinata in seguito allo smistamento dei deportati diretti in Germania e Polonia, al deposito dei beni razziati e alla detenzione ed eliminazione di ostaggi, partigiani, detenuti politici ed ebrei. Dal 4 aprile 1944 alla Risiera venne messo in funzione anche un forno crematorio. Dal 1965 la Risiera di San Sabba è stata dichiarata Monumento Nazionale con decreto del Presidente della Repubblica. Nel 1975 la Risiera, ristrutturata su progetto dell’architetto Romano Boico, è divenuta Civico Museo della Risiera di San Sabba. Al temine dell’approfondita visita, il vicesindaco Serena Tonel ha ringraziato l’ambasciatore Dror Eydar per questa significativa e toccante visita e gli ha donato la guida storica con il dvd della Risiera e il catalogo “Beyond the Border”, sogni e ripartenze dei profughi dell’est Europa a Trieste (1950-1956). Ogni anno, il 27 gennaio, alla Risiera di San Sabba, si svolgono le celebrazioni ufficiali promosse dal Comune di Trieste per il Giorno della Memoria. Prima della pandemia, il memoriale della Risiera veniva visitato annualmente da circa 130 mila persone, per la metà dei quali studenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ambasciatore israeliano visita per la prima volta la Risiera

TriestePrima è in caricamento