Cronaca

Vaccini a quota 134mila dosi, in arrivo l'accordo per l'esercito

Prosegue la campagna vaccinale in Friuli Venezia Giulia. Quote altissime di personale sanitario, a rilento invece insegnanti e personale scolastico

Dall'inizio della campagna vaccinale in Friuli Venezia Giulia sono state somministrate quasi 134mila dosi. A diffondere il dato è stato l'assessore regionale alla Sanità Riccardo Riccardi che questa mattina ha incontrato, in videoconferenza, i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil in una riunione volta ad approfondire "le linee di gestione 2020-2021 delle Aziende sanitarie e il piano vaccinale". 

Sul totale delle dosi, 80mila persone risultano aver completato il ciclo con la doppia inoculazione mentre sono 54.000 le prime somministrazioni. In merito alle vaccinazioni destinate al personale sanitario delle Aziende e quello delle case di riposo (compresi gli anziani ndr) la Regione fa sapere che "ad oggi si registrano 42mila dosi al personale sanitario su 45.000 prenotazioni". Il dato mostra una leggera differenza tra le prenotazioni tra i sanitari (97 per cento) e quelle per quanto riguarda i non sanitari (dato dell'84 per cento). 

Nelle residenze per anziani gli ospiti che hanno ricevuto il vaccino sono 7500, mentre per ciò che concerne la categoria degli over 80 si registrano 70mila prenotazioni con quasi 30mila persone già vaccinate con una prima dose. Capitolo a parte poi sul dato relativo alle vaccinazioni che utilizzano AstraZeneca e destinate al personale scolastico e alle forze dell'ordine. Per quanto riguarda quest'ultima categoria, la campagna ha visto 3700 persone vaccinate su 4000 richieste, mentre va un po' a rilento l'operazione insegnanti: in questo caso, infatti, su 24mila richieste sono 10.700 quelli che han ricevuto la prima dose, vale a dire il 46 per cento. "E' in corso - conclude Riccardi - un accordo sull'immunizzazione delle Forze armate con l'Esercito". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini a quota 134mila dosi, in arrivo l'accordo per l'esercito

TriestePrima è in caricamento