rotate-mobile
il gravissimo fatto di sangue

Tenta di violentare una donna, poi di uccidere un uomo: giovane dietro le sbarre

Lo scorso 6 luglio un trentacinquenne di nazionalità pakistana senza fissa dimora si è reso protagonista di due gravi episodi, avvenuti a Gradisca a distanza di poche ore l'uno dall'altro. E' stato arrestato mentre si trovava a Udine

GRADISCA - E' stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale e tentato omicidio il trentacinquenne di nazionalità pakistana che lo scorso 6 luglio si era reso protagonista di due gravi episodi. U.K. (queste le iniziali dell'arrestato), assieme ad un complice che allo stato delle cose risulta ancora ricercato, ha tentato di violentare una runner quarantenne, nella zona di borgo Trevisan. La donna, come risulta dalla nota dei carabinieri di Gradisca, "riusciva a liberarsi e a sfuggire, mentre le grida di una passante inducevano gli aggressori a dileguarsi".

Il secondo episodio

Verso sera i militari, impegnati in normali controlli nella zona del deposito comunale, notano il corpo di una persona riversa a terra e ricoperta di sangue. La vittima dell'accoltellamento (K.Z. le iniziali) è un cittadino pakistano residente nel Cara di Gradisca, trasportato poi all'ospedale di Cattinara in gravi condizioni di salute. I militari dell'Arma, dopo scrupolosa attività di indagine coordinata dal sostituto procuratore del tribunale di Gorizia Giulia Villani, sono riusciti a rintracciare l'uomo, intento a fare la fila per accedere ad una mensa per persone indigenti. Una volta individuata la persona indiziata, i carabinieri hanno informato la magistratura che ha disposto la custodia cautelare in carcere per il trentacinquenne pakistano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di violentare una donna, poi di uccidere un uomo: giovane dietro le sbarre

TriestePrima è in caricamento