"Solidarietà al popolo greco", CasaPound in piazza contro Ankara

Il movimento neofascista è sceso in piazza oggi pomeriggio per manifestare solidarietà nei confronti del popolo greco

“Abbiamo deciso di scendere in piazza oggi per manifestare la nostra solidarietà al popolo greco visto quanto sta succedendo in questi giorni lungo il confine con la Turchia”. Ad affermarlo è la segreteria provinciale di CasaPound che oggi pomeriggio ha manifestato davanti alla chiesa ortodossa di San Nicolò a Trieste. “L’atteggiamento del presidente Erdogan - prosegue la nota - costituisce un vero e proprio atto di aggressione nei confronti non solo della Nazione ellenica, ma di tutti gli Stati europei che oggi si vedono ricattati da un presidente che in Siria continua ad avere promiscuità e vicinanza con i tagliagole e terroristi islamici, Al Qaeda compresa”.

Secondo CP “ormai gli immigrati sul confine con la Grecia sono oltre 130mila, spinti dalle forze di Ankara per entrare nella Nazione ellenica. Non solo il presidente Erdogan ha deciso di non rispettare i patti a suo tempo stipulati con l'Europa, ma ha anche deciso di inviare al  confine 1000 soldati affinché la situazione degeneri per tenere sotto scacco tutte le Nazioni europee”.

Dopo "essere stata strozzata dai prestiti della Troika" secondo il movimento neofascista la Grecia "si trova nuovamente da sola a dover fronteggiare una situazione senza precedenti”. "Speriamo - conclude Francesco Clun - che l’Europa riesca ancora, come già successo nella sua storia, a respingere questo attacco che viene da Oriente. Ma per farlo, deve smettere di essere ignava in nome di alleanze che dovrebbero essere abbandonate una volta per tutte”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Prima neve sul Carso: disagi e mezzi spargisale in azione, a Trieste chiusi i giardini

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

Torna su
TriestePrima è in caricamento