Domenica, 14 Luglio 2024
Droga tra giovanissimi

Droga nel giardino della ex casa parrocchiale, don Andrea chiude la strada

Don Andrea chiarisce i motivi alla base della decisione di chiudere il passaggio che collega Salita delle Mure a Calle San Francesco

MUGGIA - La recente chiusura del passaggio tra Salita delle Mure e Calle San Francesco non è stata affatto gradita dai muggesani, che in questi giorni hanno riempito di telefonate don Andrea Destradi, accusandolo di voler penalizzare chi utilizza quotidianamente quel percorso, soprattutto gli anziani. Tuttavia, dietro a questa decisione, si cela una realtà ben diversa e più preoccupante. "Ho deciso di chiudere il passaggio perché sabato, in pieno giorno intorno all'ora di pranzo, due giovanissimi sono stati sorpresi mentre si bucavano nel giardino dell'ex casa parrocchiale - ha dichiarato don Andrea -. La decisione è stata comunicata al sindaco e alle forze dell'ordine". Don Andrea, dispiaciuto per i disagi creati a chi usufruisce del passaggio per raggiungere il centro storico, ha inoltre spiegato che la decisione è stata influenzata anche dal fatto che l'ex casa parrocchiale ospita famiglie ucraine con bambini e che al suo interno vengono svolte attività musicali che coinvolgono minori. "Mi angoscia profondamente questa realtà e mi addolora che molti cittadini pensino che la scelta fatta sia stata mossa da intenti punitivi - ha aggiunto -. Spiace anche che la comunità distolga lo sguardo dal problema del reale problema, ovvero il consumo di droga tra i giovanissimi". 

Per quanto riguarda il futuro, don Andrea ha le idee chiare: "Nel breve termine, sarebbe opportuno intervenire affinché questi luoghi siano monitorati con telecamere o mediante una vigilanza più rigorosa. Nel lungo periodo, invece, si punta alla realizzazione di un progetto, che giace da diversi anni e che prevede la creazione di un bypass. Questo garantirebbe l'utilizzo del passaggio, proteggendo al contempo la proprietà della parrocchia, in modo che episodi come questo non si verifichino più". Il consumo di droga è solamente uno degli episodi accaduti in quella zona: "Abbiamo assistito anche ad atti di vandalismo e furti, di fronte ai quali abbiamo chiuso un occhio. Ma questa situazione non mi consente di farlo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nel giardino della ex casa parrocchiale, don Andrea chiude la strada
TriestePrima è in caricamento