Coronavirus a Cattinara, contagiati cinque medici e nove infermieri

A confermare la notizia è l'Azienda Sanitaria attraverso una nota inviata agli organi di stampa

L’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina comunica che ai controlli di screening del personale, a partire da venerdi 10 aprile, sono emerse positività del tampone in 5 medici e 9 infermieri; da un’analisi dei pazienti degenti, sottoposti in urgenza a tampone diagnostico, sono state individuate le possibili fonti del contagio e sono in corso verifiche degli organi deputati.

I pazienti a rischio Covid origine del contagio si trovano attualmente uno nell’area COVID dell’Ospedale Maggiore e uno presso l’area COVID della Terapia Intensiva. Erano stati accettati in Medicina d’Urgenza solo dopo referto del tampone, negativo in entrambi i casi. I dati parlano della sua affidabilità per 70 per cento. Non appena ottenuto il primo riscontro COVID positivo, sono stati sottoposti a tampone urgente tutti i pazienti che avevano condiviso la stanza di degenza e non è escludibile che per entrambi i pazienti l’esito del tampone fosse un falso negativo.

Altri 3 pazienti sono risultati positivi al tampone, ma asintomatici dal punto di vista respiratorio. Due di loro sono stati trasferiti presso l’area Covid dell’Ospedale Maggiore e uno presso la Pneumologia Covid di Cattinara. Dal 24 febbraio è stato definito all’interno della Medicina d’Urgenza un protocollo che regola l’accesso al reparto al fine di garantire la sicurezza di pazienti e sanitari, che prevede un area filtro dedicata all’accoglimento e trattamento di pazienti critici in attesa di tampone; definito l’esito del tampone il paziente viene inviato rispettivamente all’area covid secondo complessità (terapia intensiva covidinfettivologia-ospedale Maggiore) se positivo, oppure prosegue la degenza in Medicina d’urgenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il personale sanitario è formato sull'uso dei dispositivi di protezione individuale ed usa in modo appropriato tutti i  DPI secondo le disposizioni Aziendali. Da questa sera verrà chiusa la Medicina dell'Urgenza e si attivano 6 posti letto per pazienti semiintensivi presso il Pronto Soccorso, nell'area RAU con personale del Pronto Soccorso e del Dipartimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento