rotate-mobile
Cronaca

Da lunedì al via la raccolta fondi Despar destinata al Burlo

Si chiama "Un Natale da donare alla comunità" e prenderà il via il 29 novembre. Con il totale devoluto e raccolto sarà possibile migliorare l’accoglienza dell’atrio e della sala d’attesa del nosocomio triestino, inserendo diversi giochi e comfort per i bambini in attesa delle visite e per i loro cari.

Comincerà il prossimo 29 novembre e durerà fino al 19 dicembre 2021 l’ormai tradizionale raccolta fondi ideata e promossa da Aspiag Service, concessionaria del marchio Despar, Eurospar e Interspar per il Triveneto, l’Emilia Romagna e la Lombardia, che permetterà quest’anno di raccogliere fondi da destinare all’ospedale Burlo Garofolo di Trieste, per realizzare una nuova e più confortevole sala d’attesa per i piccoli pazienti e i loro famigliari. In tutti i punti vendita del Friuli Venezia Giulia a marchio Despar, Eurospar e Interspar, affiliati o in gestione diretta, sarà possibile per i clienti scegliere di arrotondare lo scontrino della propria spesa, donando così direttamente in cassa l’importo desiderato. Con il totale devoluto e raccolto attraverso l’iniziativa "Un Natale da donare alla comunità" sarà possibile migliorare l’accoglienza dell’atrio e della sala d’attesa del nosocomio triestino, inserendo diversi giochi e comfort per i bambini in attesa delle visite e per i loro cari.

“Possiamo essere soddisfatti di come nella nostra regione si sappiano sempre più ricercare e finalizzare progetti di collaborazione fra il privato e il pubblico, che ci consentono di attuare iniziative di grande ritorno sociale" ha commentato il vicegovernatore Riccardo Riccardi. “In tutte le regioni dove siamo presenti - commenta Fabrizio Cicero Santalena, Direttore Regionale Despar per il Friuli Venezia Giulia - adottiamo da molti anni questo progetto di charity che, grazie alla sensibilità dei nostri clienti, ci permette ogni anno di raccogliere fondi da destinare al mondo della salute, del sociale e del volontariato. In Friuli Venezia Giulia siamo giunti al decimo anno di collaborazione con l’associazionismo e il sistema ospedaliero locale, partendo proprio nel 2011 con la prima donazione al Burlo Garofolo, concorrendo allora alle spese da sostenere per l’assunzione di un anestesista. Continuiamo oggi, e se possibile rafforziamo ancora, il nostro impegno come attori sociali di questo territorio per poter favorire al meglio i progetti e gli interventi che garantiscono particolare attenzione alle fasce più deboli e alle persone in difficoltà”.

Il Direttore Generale dell'Irccs Materno Infantile Burlo Garofolo di Trieste, Stefano Dorbolò, ha espresso gratitudine a Despar: "Queste partnership con il mondo dell’impresa privata ci permettono di gestire al meglio alcuni progetti per noi importanti e con ricaduta diretta sulla popolazione, anche quella più piccola e quindi più bisognosa di attenzione e investimenti mirati”.

“In questi primi 10 anni di progetti sociali - conferma Tiziana Pituelli Responsabile Marketing e Ufficio Stampa Despar per il Friuli Venezia Giulia – abbiamo collaborato al raggiungimento di molti programmi di diversi centri ospedalieri d’eccellenza della nostra regione. Oltre al Burlo Garofolo, hanno beneficiato delle donazioni nostre e dei nostri clienti l’ospedale di Tolmezzo, quello di Pordenone e recentemente l’ospedale civile di Udine. Siamo così riusciti a comperare diversi strumenti utili alla diagnosi precoce delle malattie dell’infanzia, a realizzare progetti di telemedicina e teleassistenza pediatrica, ad aiutare fattivamente le donne che hanno subito violenza e i loro bambini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da lunedì al via la raccolta fondi Despar destinata al Burlo

TriestePrima è in caricamento