menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dispersi nei boschi nonostante i divieti: nei guai tre giovani

I tre, ventenni, volevano fare una passeggiata da Contovello a Miramare ma si sono smarriti. Hanno dovuto chiamare il soccorso alpino e alla fine dell’intervento hanno trovato ad attenderli i Carabinieri

Decidono di fare una passeggiata nei boschi anche se vige l'obbligo di stare a casa, ma si perdono e sono costretti a chiamare il soccorso alpino. Un intervento che si è concluso intorno alle 23, a opera del Soccorso Alpino e Speleologico di Trieste, che ha operato per più di due ore con tredici uomini. A chiedere aiuto erano stati tre giovani, di cui due ragazzi L. (nome) S. (cognome), 20enne, di Trieste e R. T. di Sgonico e una ragazza, S. Z, 21enne di Trieste che si erano allontanati da Contovello per una passeggiata. Volevano raggiungere il Castello di Miramare ma hanno preso il sentiero sbagliato seguendo alcune tracce che li hanno condotti prima attraverso dei pastini e poi sul ciglio di alcuni salti di roccia di una decina di metri.

Colti dal buio non han saputo più ritornare indietro e han deciso di chiamare i soccorsi. I tecnici del Soccorso Alpino e i Vigili del Fuoco hanno affrontato insieme la ricerca prendendo due direzioni, una dal basso e una dall'alto, con tre squadre dopo averne individuato le coordinate.

Una volta ritrovati i ragazzi, stanchi e impauriti, si è deciso di recuperarli risalendo il ciglione carsico fino al lago, dopo averli assicurati con le corde: il percorso è risultato impervio a causa di rovi, sassi instabili, terra e fango. Ad attenderli, a fine intervento, c'erano i Carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento