Cronaca

Dipendenti comunali neo-pensionati, grande festa in Municipio

Festa molto partecipata in Municipio alla presenza dell'assessore alle risorse umane, Michele Lobianco, per il recente pensionamento di alcuni dipendenti comunali

Riuscitissima e molto partecipata cerimonia in Municipio per i dipendenti comunali di recente pensionamento (avvenuto nel corso del 2016) che hanno risposto in gran numero all'invito dell'Assessore alle Risorse Umane Michele Lobianco a un incontro di ringraziamento per l'opera svolta nell'ambito dell'Amministrazione «e di sincero riconoscimento – come ha detto Lobianco -, autentico e non di circostanza, per l'impegno da voi profuso nel corso di quasi un'intera vita».

Con queste parole l'Assessore si è rivolto agli oltre 50 ex dipendenti “freschi di quiescenza” - tra i quali anche l'ex Segretario Generale Filomena Falabella giunta appositamente da Padova - che hanno affollato stamane la storica Sala del Consiglio Comunale, sottolineando di aver voluto con ciò «riprendere la bella usanza di una cerimonia sobria ma ricca di profondo valore e di sentimenti di grande rispetto per chi ha svolto al meglio delle sue possibilità e spesso a livelli molto elevati di professionalità un'opera importante e preziosa per la Città tutta, nell'ambito di un Ente di grande struttura e rilevanza che – qual è di fatto il Comune di Trieste – è anche il maggior datore di lavoro del Friuli Venezia Giulia».

Lobianco – presente anche la Direttrice dell'Area Risorse Umane Romana Meula - ha parlato anche di «un legame molto forte che certamente si è creato tra voi e il Comune in questo così lungo percorso; un legame vero e non superficiale, che va ben al di là di un qualunque rapporto di lavoro, poiché questo è, in realtà, un rapporto con la Città stessa nel suo complesso, e con le esigenze e le necessità vitali di tutti i suoi cittadini, di ogni età» (molte tra le presenti oggi erano, ad esempio, educatrici e bambinaie dei numerosi asili nido e scuole materne che il Comune di Trieste – per sua antica specificità storica e caso unico in Italia – ha in diretta gestione, n.d.r.).

«E un gruppo così folto di ormai pensionati ma che tuttavia hanno volentieri e così prontamente accettato di partecipare a questo incontro (era presente la quasi totalità degli invitati. n.d.r.) sta a dimostrare nel modo più evidente – ha concluso Lobianco – che voi avete creduto fino in fondo al vostro lavoro e a questo Comune, dove altrimenti oggi forse non sareste tornati». 

È seguito l'atteso momento della consegna a ognuno dei presenti di una pergamena (con la significativa dedica "Ringraziando di cuore per aver dedicato tanti anni della Sua vita al Comune di Trieste”) e di un artistico segnalibro con inciso il Sigillo Trecentesco del Municipio. Attimi immortalati dalla tradizionale foto ricordo “personalizzata”, con un saluto, una battuta e un augurio per ognuno, tra i vivissimi ripetuti applausi di tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti comunali neo-pensionati, grande festa in Municipio

TriestePrima è in caricamento