"Da Gianni" a Gorizia trionfa a "Camionisti in trattoria"

La celebre lubianska grande come il tavolo ha conquistato tutti. Un grande spot promozionale per a nostra regione

Un fermo immagine della puntata di "Camionisti in Trattoria"

Un ottimo spot per l'arte gastronomica della nostra regione, l'arrivo della trasmissione "Camionisti in Trattoria" di Canale Nove. A trionfare, merito della sua celeberrima lubianska, la trattoria Da Gianni a Gorizia. Per Misha Sukyas, infatti, la cosa più difficile non è stato digerire i piatti della nostra tradizione, notoriamente conditi di amore e grasso, ma pronunciare correttamente "Friuli". Infatti non ce l'ha fatta, inciampando come tanti su quella "i" a cui è finito erroneamente in testa un accento che proprio non ci va.

La puntata

Il primo ad accompagnare chef Misha, è stato il camionista Valter Toller, detto "Cinghiale". La puntata comincia a San Daniele del Friuli, con una bella panoramica sul nostro prosciutto. Prima tappa da Gardo a Majano. Lo chef e l'autotrasportatore si fanno coccolare dai primi piatti: non mancano le battute sulle calorie, ma l'apprezzamento si legge in ogni forchettata di Sukyas.

Seconda tappa, da Gianni a Gorizia, accompagnato da “Ossigeno”, ovvero Cristian Occhielli. Le porzioni di Gianni non fanno sconti a nessuno, qui in regione le conosciamo tutti. Per chef Misha, la fama è quella per cui "allargare i propri orizzonti significa allargare la propria cintura". In cucina, Raffaele Battistella, figlio di Gianni, per strada invece c'è Carlo Ceglia, il secondo uomo più forte al mondo, che non si fa mancare una sua esibizione, parcheggiando il camion di "Ossigeno" con i suoi muscoli.

uomo più forte-2

A conquistare Sukyas, ovviamente, la lubianska, definita "una cotoletta mostruosa illegale in più di 30 nazioni". Ma forse a fare la parte del re della cucina, è stato lo gnocco di pane con ragù di cinghiale.

Ultima tappa in terra friulana, Dogna. Tra le montagne, chef Misha è arrivato con Roberto Lenisa detto "Cold", ragazzone con il tipico accento carnico, condito da quella erre arrotondata inconfondibile. La trattoria scelta è Ai Ors, locanda in località Vidali a Dogna, "la dogana dello stomaco" A scaldare l’animo dei camionisti, Michele Azzola, ex campione di lotta libera e con lui la nipote Giulia Travan. A tavola viene servito un frico che viene definito “un’opera d’arte”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il titolo più unto d'Italia, per il suo mix di colesterolo pregiato, però finisce a Gorizia, da Gianni. La lubianska grande come il tavolo, ha sbaragliato tutti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigile del fuoco con la passione per i motori perde la vita in un terribile incidente

  • Tragedia in un fondo edile di via D'Alviano: muore schiacciato da un camion in manovra

  • Investita sulle strisce: 55enne in rianimazione

  • Violento nubifragio sulla città, ai Vigili del fuoco raffica di richieste d'aiuto

  • Soccorrono un giovane di 21 anni, operatori del 118 aggrediti con pugni e sputi

  • A Pordenone attivo il Corso di Laurea Magistrale di Ingegneria con occupazione immediata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento