rotate-mobile
Nella notte / S. Giacomo - Ponziana / Via della Guardia

L'incendio di San Giacomo partito da una lavatrice spenta, l'ombra del dolo

Queste le parole di alcune persone residenti nel palazzo di via della Guardia 33 dove questa notte si è sviluppato un incendio che, a causa del fumo sprigionatosi nel vano scale, ha costretto l'evacuazione di oltre una decina di persone. Sette i residenti trasportati in ospedale, nessuno in pericolo di vita. La lavatrice era "parcheggiata" nel sottoscala da diverso tempo. "Non era collegata alla corrente"

TRIESTE - "Quella lavatrice non era accesa, né collegata alla corrente elettrica. Forse c'è un piromane nel palazzo". L'incendio scoppiato nell'edificio al civico 33 di via della Guardia, nel rione di San Giacomo a Trieste ha causato gravi danni al sottoscala, ma è ben distante dal potersi definire una maxi emergenza. Nessun elicottero è atterrato a San Giacomo o dintorni e le persone evacuate hanno potuto far rientro nei loro appartamenti, accompagnati dai vigili del fuoco, dopo poche ore. Le sette persone trasportate in ospedale (due a Monfalcone, cinque al pronto soccorso di Cattinara) stanno bene. Nessuno è in pericolo di vita, nessuno ha riportato ustioni. 

La lavatrice "parcheggiata" da tempo

Tredici le famiglie che vivono all'interno del condominio. "Chi vive da solo, chi in compagnia, chi con persone che vanno e vengono" così una persona residente nel palazzo. L'area dell'incendio è stata sottoposta a sequestro penale. Sui fatti verrà aperto un fascicolo d'indagine. A prendere fuoco, verso le 2 di notte, una lavatrice, "parcheggiata" nel sottoscala da diverso tempo. Da quanto si apprende l'elettrodomestico era stato portato lì durante il trasloco dell'ultimo piano. "Era lì da almeno due mesi" queste le parole di una persona residente nel palazzo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e le forze dell'ordine. Le autorità cercheranno di far luce sull'accaduto, per accertare eventuali responsabilità dell'accaduto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incendio di San Giacomo partito da una lavatrice spenta, l'ombra del dolo

TriestePrima è in caricamento