Cronaca

Elezioni 2021, Italia Viva annuncia il suo sostegno a Francesco Russo

I renziani triestini si sono presentati ufficialmente nella giornata di ieri 7 dicembre. "Un patto per la comunità"

La sezione triestina di Italia Viva guidata da Antonella Grim ha presentato la sua partecipazione alle prossime amministrative e ha indicato il dem Francesco Russo come il candidato alla poltrona di sindaco che appoggerà. Ad annunciarlo è stata la stessa Grim nel corso dell'evento di presentazione svoltosi in modalità digitale nella mattinata di ieri 7 dicembre. 

Sistema di infrastrutture

All'insegna del "da soli non si va da nessuna parte" (e consapevole della necessità di allearsi con le altre forze del centrosinistra nella battaglia contro il Dipiazza V), Italia Viva ha evidenziato il bisogno di costruire "un sistema di infrastrutture materiali e digitali che rompa lo splendido isolamento della nostra città". 

Il momento magico è finito

Facendo riferimento all'ormai dimenticata battuta del sindaco Dipiazza per cui Trieste stava vivendo un momento "magico" (momento che si è infranto sullo scoglio emerso dopo la diffusione della pandemia) Grim e compagni parlano di "un'altra velocità" di risposta necessaria al capoluogo regionale e soprattutto nei confronti delle "categorie economiche che più hanno pagato questa crisi". 

Gli altri obiettivi

Famiglie, terzo settore, associazionismo ma anche l'idea delle "10 piazze per 10 rioni" dove ricostruire il rapporto con quei residenti che la sinistra negli ultimi anni ha perso di vista. "E' tempo che  il Comune ritorni ad essere punto di riferimento e propulsore di servizi e relazioni di e per la comunità" sottolinea la Grim. L'obiettivo, parlando di promozione e sostegno alle famiglie, è quello di aumentare annualmente l'offerta comunale e convenzionata di servizi educativi del 15 per cento, utilizzare il 30 per cento delle risorse disponibili per l'edilizia scolastica, "rafforzare il sistema delle biblioteche pubbliche con un concorso per assumere più personale"; inoltre IV strizza l'occhiolino al sistema dei teatri, del cinema locale attraverso "la creazione di un ITS sulla produzione cinematografica". 

Porto e ricerca, un matrimonio che s'ha da fare

Il sistema che Italia Viva sembra avere in mente per Trieste include anche il binomio porto-ricerca applicata. Porto nuovo e porto vecchio parte di uno stesso modello di sviluppo urbano che vada a contemplare "un piano strategico per la sua gestione e ristrutturazione", per riuscire a spingere il porto vecchio in direzione di una promozione di livello internazionale con la presenza di un hub della ricerca e formazione scientifica. 

In leggero aumento

Mobilità sostenibile (ciclabili collegate al sistema cittadino), autosufficienza energetica e sinergie tra aziende leader del territorio sono ulteriori punti di un programma che intende stuzzicare l'elettorato (i delusi del centrosinistra ma forse anche qualche esponente della maggioranza di centrodestra alle prese con un mal di pancia che dura da un po' ndr) per edificare una sorta di "patto di comunità". A livello nazionale nell'ultima settimana Italia Viva ha registrato un +0,2 per cento di consensi che nelle intenzioni degli italiani porterebbe la creatura di Renzi al 3,2 per cento. 

Nonostante la presenza di altri candidati (come ad esempio Gianfranco Depinguente o il giovane Emanuele Cristelli ndr) la squadra di Italia Viva a Trieste sembra essere costruita soprattutto attorno ad Antonella Grim, probabilmente l'unico nome di "grido" dei renziani in riva all'Adriatico e capace di veicolare un consenso funzionale a Francesco Russo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021, Italia Viva annuncia il suo sostegno a Francesco Russo

TriestePrima è in caricamento