La triste ricorrenza / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Unità d'Italia

Leggi razziali: l'85esimo anniversario di una delle pagine più buie della storia

Il 18 settembre 1938, Benito Mussolini aveva annunciato a una piazza Unità gremita il testo delle leggi, volte a colpire la comunità ebraica italiana. Sarebbe stato l'inizio del genocidio degli ebrei italiani. Oggi alle 18 in piazza Unità la manifestazione contro il razzismo

TRIESTE - Ricorre oggi, 18 settembre 2023, l'85esimo anniversario della proclamazione delle Leggi razziali in piazza Unità. Nello stesso giorno del 1938, Benito Mussolini aveva annunciato a una piazza gremita il testo delle leggi, volte a colpire la comunità ebraica italiana. Le Leggi razziali avrebbero dato inizio a una delle pagine più buie della storia nazionale, con l'epurazione di massa che avrebbe avuto inizio di lì a poco e che sarebbe proseguita negli anni successivi. Il tutto ebbe inizio con il "Manifesto della razza", il 15 luglio dello stesso anno, volto a legittimare nei confronti dell'opinione pubblica la sistematica eliminazione del diverso che sarebbe stata attuata dal regime nazifascista. Il "Manifesto" era stato firmato da dieci personalità della comunità scientifica che avevano deciso di appoggiare il regime. In seguito a queste leggi, gli ebrei italiani furono perseguitati con controlli capillari e contrassegnati con la dicitura "razza ebraica" sul registro civile, primo passo verso il genocidio del popolo ebraico messo in atto dal nazismo tedesco, con la collaborazione attiva del fascismo italiano. Per non dimenticare la tragica ricorrenza oggi alle 18 si terrà in piazza Unità una manifestazione contro il razzismo organizzata dal comitato di pace Danilo Dolci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leggi razziali: l'85esimo anniversario di una delle pagine più buie della storia
TriestePrima è in caricamento