Cronaca

L'ambulatorio di Lilt Trieste torna con un nuovo look e dà il via alle visite dermatologiche

La struttura rinnovata grazie ad una donazione di Mobili Elio è attiva dal lunedì al venerdì. Le visite sono gratuite

E' attivo da lunedì 14 giugno, in piazza dell'Ospitale 2, il nuovo ambulatorio di prevenzione di Lilt Trieste. Resa più confortevole e moderna grazie ad una donazione di Mobili Elio, la struttura ha ripreso ad operare con visite dermatologiche gratuite garantite grazie alla collaborazione con la Clinica dermatologica dell’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina, diretta dalla professoressa Iris Zalaudek. In poche ore la scorsa settimana erano stati prenotati tutti gli appuntamenti e si era deciso di aprire una lista d’attesa in quanto, se ci saranno le condizioni, verranno programmate visite aggiuntive rispetto alle iniziali 50 previste.

“Accanto all’impegno rivolto alla prevenzione primaria, da anni Lilt Trieste offre alla popolazione, in particolare alle persone meno abbienti, visite gratuite di prevenzione delle principali patologie tumorali, grazie all’apporto di professionisti pubblici, dipendenti di Asugi”, evidenzia la presidente di Lilt Trieste, Sandra Dudine, sottolineando che ora l'attività potrà svolgersi in un ambiente accogliente proprio grazie a Mobili Elio.

"Se hai cara la pelle": al via le visite dermatologiche

Dopo le visite senologiche, urologiche e gastroenterologiche, offerte negli scorsi mesi, sia in sede che a Cattinara, è ora la volta delle visite dermatologiche, che sotto lo slogan “se hai cara la pelle” vengono proposte non causalmente all’inizio dell’estate, quando cresce l’esposizione al sole e si moltiplicano i rischi. “Purtroppo le neoplasie della pelle sono molto diffuse, sia tra le donne che tra gli uomini. In particolare secondo i dati più recenti il melanoma è tra i tumori con la più elevata incidenza in Italia, e anche i giovani devono prestare attenzione”, spiega la professoressa Zalaudek, precisando che “vi sono ben noti fattori di rischio tra cui la presenza sul corpo di più di cento nei, la familiarità, ovvero l’insorgenza di melanomi tra i familiari, e la storia personale del paziente, qualora abbia già avuto in passato diagnosi di melanoma”.

Zalaudek spiega poi che “non abbiamo armi specifiche per prevenire lo sviluppo dei tumori della pelle ma è fondamentale la diagnosi precoce. Pertanto nel caso vi siano fattori di rischio è opportuno sottoporsi a visite dermatologiche periodiche, altrimenti in generale è fondamentale soprattutto un auto controllo, ricorrendo allo specialista qualora si notino delle modifiche ai propri nei”.

Visite gratuite dal lunedì al venerdì

Queste prime visite si tengono nel corso dell’intera settimana, da lunedì 14 fino a venerdì 18, tra le 9.00 e le 14.00. al ritmo di 10 al giorno. Tuttavia, conferma la presidente Dudine “cercheremo di fare il possibile per aprire ulteriormente l’agenda e consentire ad altre persone di approfittare di questa opportunità che, ripeto, offriamo gratuitamente perché gratuito è l’impegno dei professionisti che ci affiancano. Auspichiamo naturalmente che chi viene accolto nel nostro ambulatorio poi diventi socio Lilt, se già non lo è. Ma anche questo non deve essere considerato un obbligo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ambulatorio di Lilt Trieste torna con un nuovo look e dà il via alle visite dermatologiche

TriestePrima è in caricamento