Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Via dell'Istria

Tensione in via dell'Istria, Ics: «Clima di incitamento all’odio razziale»

Il Consorzio di solidarietà che accoglie i richiedenti asilo a Trieste: «Appello affinché si argini la deriva: la magistratura sia dura nel perseguire i responsabili, sia a livello di mandanti ideologici che di esecutori materiali»

«La manifestazione organizzata da “Stop Prima Trieste”, che si è tenuta provocatoriamente in una zona non autorizzata, è rapidamente degenerata essendo stata probabilmente preordinata alla ricerca dello scontro. Lo dimostra il luogo della manifestazione: davanti alla mensa Caritas, dove, senza distinzioni di nazionalità, lingua, religione o di altro tipo, ogni giorno vengono distribuiti centinaia di pasti a italiani e stranieri in condizioni di bisogno».

L'Ics, il consorzio di solidarietà che accoglie i richiedenti asilo a Trieste, condanna quanto avvenuto ieri sera in via dell'Istria: «Solo la robusta presenza e la prontezza delle forze di polizia ha impedito che si verificassero gravissime conseguenze in termini di violenza fisica nei confronti degli stranieri che si recavano alla mensa stessa e di altri cittadini che si trovavano sul posto. Il clima di incitamento all’odio razziale e i connessi episodi di violenza stanno crescendo velocemente e Trieste, dietro una finta patina di normalità, sembra sprofondare nel suo peggiore passato del quale tutte le persone democratiche conservano un vivo e triste ricordo».

«L’Ics - conclude la nota stampa - lancia un appello a tutte le associazioni, alle forze politiche democratiche e ai sindacati affinché si argini seriamente questa deriva e chiede alle istituzioni e alla magistratura la massima fermezza nel perseguire i responsabili, sia a livello di mandanti ideologici che di esecutori materiali».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione in via dell'Istria, Ics: «Clima di incitamento all’odio razziale»

TriestePrima è in caricamento