Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Porto, rintracciati quattro mezzi da lavoro rubati in Inghilterra

A rintracciare il carico illecito la Guardia di Finanza insieme alla Polmare e l'ufficio delle Dogane: il valore complessivo dei mezzi è di circa 164.000 sterline

Nell’ambito della vigilanza doganale finalizzata alla repressione del contrabbando e dei reati in genere, sviluppato dalla Guardia di Finanza (Gruppo di Trieste), attraverso l’analisi dei flussi merceologici in arrivo nell’area portuale, in collaborazione con l’Ufficio IV Zona di Polizia di Frontiera - Polizia di Frontiera Marittima di Trieste e con l’Ufficio delle Dogane, nel corso dei controlli effettuati nei giorni scorsi nei confronti dei passeggeri e dei mezzi commerciali in procinto di imbarcarsi sui traghetti di linea diretti in Turchia, è stato controllato un semi-rimorchio con targa turca, che trasportava due macchine operatrici e due carrelli elevatori.

Gli operatori (Guardia di Finanza e Polmare) e i funzionari doganali, rilevando elementi che potevano far sorgere dubbi sulla provenienza lecita dei mezzi trasportati, hanno effettuato degli accertamenti più approfonditi e riscontri sia con l’Interpol che con la Polizia Britannica, in costante contatto con gli agenti impiegati nelle attività investigative. Grazie a tali approfondimenti (compendiati dall’utilizzo di un sistema di ricerca “GPS”, attraverso l’ausilio di un tecnico britannico intervenuto in loco), è stato accertato che i 4 veicoli, ossia le 2 macchine operatrici, marca JCB, ed i 2 carrelli elevatori, modello GS4747 - per un valore complessivo di circa 164.000 sterline - nei giorni immediatamente precedenti il controllo in parola erano stati rubati a due ditte britanniche con sede ad Ipswich e Wellington (GB).

L’attività di polizia giudiziaria e doganale ha permesso di “bloccare” gli automezzi in parola prima della loro definitiva esportazione, sequestrandoli penalmente (per ipotizzata ricettazione a carico di soggetti ignoti). Al termine dell’espletamento delle previste procedure amministrative e giudiziarie, i veicoli verranno riconsegnati, previe direttive dell’Autorità Giudiziaria, al legittimo proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, rintracciati quattro mezzi da lavoro rubati in Inghilterra

TriestePrima è in caricamento