Lunedì, 22 Luglio 2024
Accoltellò un giovane macedone / Barriera Vecchia - Città Vecchia

Tentato omicidio a due passi da piazza Unità, minorenne in manette

L'episodio era avvenuto nella notte del 30 settembre in via dell'Orologio. I carabinieri, dopo l'attività di indagine, hanno tratto in arresto un sedicenne di nazionalità tunisina che aveva ripetutamente accoltellato un giovane di origini macedoni. Trasferito nel carcere minorile di Treviso

TRIESTE - E' stato portato in carcere a Treviso il sedicenne di nazionalità tunisina arrestato il 6 ottobre scorso dai carabinieri di via Hermet con l'accusa di tentato omicidio per aver accoltellato ripetutamente, alle prime luci dell'alba del 30 settembre, un giovane di origini macedoni residente a Monfalcone. Il gravissimo episodio era avvenuto a due passi da piazza Unità d'Italia. Sul posto erano giunti i sanitari del 118 che avevano trasportato la vittima in gravi condizioni (ma non in pericolo di vita) all'ospedale di Cattinara. Il giovane aveva subito diverse lesioni da coltello, oltre ad una ferita al polmone.

Le indagini dei carabinieri

"Dalla prima ricostruzione - così i militari dell'Arma - emergeva che la vittima, che si trovava presso un distributore automatico di tabacchi insieme ad alcuni amici, era stato circondato ed aggredito da un gruppo di almeno cinque ragazzi, col pretesto di sanare un diverbio avuto nei pressi di un locale cittadino alcune ore prima". E' in quei momenti che il minorenne nordafricano passa alle vie di fatto, accoltellando il giovane macedone alla schiena. Nei giorni seguenti i carabinieri si erano messi sulle tracce della banda di aggressori "già conosciuti alle forze dell'ordine". L'accoltellatore risulta ospite di una comunità per minori non accompagnati presente in città.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio a due passi da piazza Unità, minorenne in manette
TriestePrima è in caricamento