menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basovizza, scritta shock contro Norma Cossetto: "Merda croata"

A poche ore dalla cerimonia per il Giorno del Ricordo nei pressi del confine di Basovizza/Lipica è apparsa una scritta a bomboletta spray contro la giovane istriana infoibata. Polizia e carabinieri sul posto

"Kosi? N.Coseto merda croata". L'offesa nei confronti della giovane istriana infoibata è comparsa questa sera nei pressi del valico di Basovizza/Lipica. Il grave gesto sarebbe stato commesso durante la giornata di oggi 9 febbraio per mano di ignoti. Sul posto sono giunti i carabinieri e la Polizia di Stato. Una prima segnalazione era arrivata in redazione verso le 20.30 di questa sera e tirava in ballo il monumento dedicato alla Cossetto in via Capodistria a Trieste. Un falso allarme identico all'imbrattamento "a vernice rossa" ipotizzato per i monumenti alla foiba di Basovizza e Monrupino, entrambi intonsi. 

carabinieri notturno-2

La frase contro la Cossetto, che negli ambienti della ultrasinistra radicale e militante viene spesso definita "fascista", questa volta viene additata come "m. croata" con tanto di presunta croatizzazione del cognome, che da Cossetto viene fatto diventare Kosi?. Da un primo esame sommario della scritta, gli autori potrebbero provenire da un'area non italiana - il cognome è orfano delle doppie. La frase shock potrebbe invece essere stata realizzata velocemente inducendo in errore gli autori.   

Il grave gesto  arriva a qualche ora dalla cerimonia del Giorno del Ricordo, in programma domattina a Basovizza. Da prime indiscrezioni la cugina di Norma Cossetto, Erminia Dionis è stata avvertita della scritta e si sarebbe sentita immediatamente con l'assessore regionale all'Ambiente Fabio Scoccimarro di Fratelli d'Italia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento