rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
La tragedia

Tragedia in porto, morto l'operaio Paolo Borselli

L'uomo sarebbe caduto in acqua mentre stava lavorando a bordo di un muletto. Sul posto 118, vigili del fuoco e capitaneria di porto

TRIESTE - Un operaio di 58 anni di nome Paolo Borselli è stato trovato morto nelle acque all'interno del porto. L'uomo, secondo quanto si apprende, stava guidando un muletto quando ha perso il controllo ed è finito in acqua. Il grave fatto di cronaca è successo tra le 15 e le 16, ma il corpo è stato ritrovato solo verso le 17. Sul posto i sommozzatori dei vigili del fuoco, la capitaneria di porto, la polizia marittima e i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso. In seguito alla tragedia, i sindacati Usb e Clpt hanno proclamato uno sciopero immediato fino alle 19 di domani, venerdì 10 febbraio. La tragedia avviene dopo soli due anni da un altro gravissimo incidente, nella zona del molo III del Porto Vecchio, in cui un operaio era rimasto schiacciato da una gru.

Molti gli affezionati colleghi che si stringono intorno alla famiglia di Paolo e a suo figlio, a sua volta lavoratore portuale, che su Facebook pubblica un commosso post di cordoglio: "Sarai sempre il mio Superman preferito. Sei stato un punto di forza per tutta la mia vita e sarai sempre al mio fianco. Riposa in pace 'vecio' mio, unico al mondo. Ti amo infinitamente papà, stammi sempre vicino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in porto, morto l'operaio Paolo Borselli

TriestePrima è in caricamento