Cronaca

Opere pubbliche, 170 milioni in 3 anni: priorità alle scuole

Lodi: «Opere concrete, non parole. per ridare dignità alla città»

«Opere concrete, non parole. Quasi due anni fa ho scelto un assessorato tra i più complessi in tempi di crisi e budget ridotti, ma con entusiasmo e passione, insieme al sindaco Roberto Dipiazza e i colleghi di Giunta, abbiamo voluto ridare dignità alla città, dal centro alle periferie per troppo tempo trascurate». L'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi commenta il Bilancio 2018 che vede una bella fetta del budget destinato al suo assessorato: «Il nuovo Piano triennale delle opere rappresenta proprio questo, fatti e non chiacchiere, opere di manutenzione di cui necessità la città e di cui i cittadini hanno bisogno, non solo in piazza Unità o Borgo Teresiano, ma anche e soprattutto nelle periferie. Opere importanti per il futuro di Trieste dalle scuole e palestre dei nostri figli e sportivi fino al rilancio per il futuro del Porto Vecchio. Il Piano Triennale delle Opere prevede investimenti complessivi per 170 milioni di euro nel triennio».

Nel 2018 saranno 66 i milioni destinati alle opere pubbliche; un impegno finanziario che si è reso possibile anche attraverso la previsione della vendita delle azioni Hera spa che costituiscono poco più del 22% delle fonti di finanziamento degli interventi del PTOP 2018. Tra le priorità già precedentemente delineate, le categorie di interventi più importanti sono: edilizia sociale e scolastica per 23,067 milioni di euro; infrastrutture stradali per 7,753 milioni di euro;  beni culturali per 7,711 milioni di euro; direzionale e amministrativo per 7,211 milioni di euro; impianti sportivi per 6,109 milioni di euro.

Tra le opere di rilievo va segnalto poi il centro congressi del Porto Vecchio che vede anche arrivare i primi fondi di quei 50 milioni di euro promessi dal Cipe durante la campagna elettorale che vedeva contrapposti l'ex sindaco Cosolini e l'attuale sindaco Dipiazza. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere pubbliche, 170 milioni in 3 anni: priorità alle scuole

TriestePrima è in caricamento