menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giochi, fontane e area per i cani: 4 mesi di lavori per il giardino di pendice Scoglietto, pronti 200mila euro

Il sindaco Dipiazza e l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi hanno fatto un sopralluogo sul posto. "Una volta sistemato tonerà presto un giardino a disposizione, in particolare di mamme e bambini". Nuovo accesso, particolare attenzione all'aspetto naturalistico. Rimozione di tutto ciò che è stato danneggiato nel corso degli ultimi anni

Quattro mesi di lavori che grazie ad un intervento per complessivi 200mila euro faranno rinascere il giardino pubblico di pendice Scoglietto. In stato di abbandono da decenni, l'area verde vicina a due asili (formalmente chiusa al pubblico ma di fatto accessibile a chiunque) è stata oggetto di un sopralluogo da parte del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e dell'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi avvenuto nella mattinata di oggi 3 maggio. L'amministrazione comunale punta quindi a realizzare un "significativo intervento di messa in sicurezza, valorizzazione e completamento dei percorsi e degli spazi del giardino" così hanno spiegato gli intervenuti. 

Il progetto: costi e futuro

Il progetto, fanno sapere da palazzo Cheba, è stato già approvato dalla giunta Dipiazza e prevede la "sistemazione delle recinzioni, dei percorsi pedonali, dell'area gioco e la realizzazione di un'area dedicata ai cani e una specifica manutenzione e cura oltre alla del verde". Proprio in merito allo spazio destinato ai giochi le risorse messe a disposizione per la sua sistemazione ammontano a più di 30mila euro. "Questo progetto - così la Lodi - rientra nell’ambito del generale piano di manutenzione e valorizzazione degli spazi verdi e delle aree gioco avviato dal Comune di Trieste. Consapevole dello stato di abbandono dell'angolo verde, il primo cittadino ha sottolineato come "una volta sistemato tonerà presto un giardino a disposizione, in particolare di mamme e bambini".

L'area cambierà volto

Guardando al miglioramento di aree abbandonate "a servizio della nostra comunità", la giunta punta a rivoluzionare la zona. Tutto ciò che è stato danneggiato nel corso degli anni (dal cancello alle recinzioni, ma anche gli arredi e i giochi un tempo presenti ndr) verrà rimosso. Inoltre, nel progetto è previsto il posizionamento di due fontane, nuove panchine e un'area dedicata ai cani. Per concludere, nella proposta progettuale che prevede anche un nuovo accesso da vicolo dell'Edera (vi sarà una scaletta di accesso in cemento con relativo cancello ndr) particolare attenzione è dedicata alla riqualificazione delle aree verdi anche sotto il profilo naturalistico. Il giardino di circa 2700 metri quadrati è totalmente immerso nel verde. Già nel 2012 era stato portato avanti un progetto da circa 150mila euro, progetto poi "bloccato" dal patto di stabilità. Oggi completamente abbandonato, dopo i lavori potrà finalmente tornare ad essere un luogo di ritrovo per i numerosi residenti in zona. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Migranti: l'esercito rintraccia 12 irregolari a San Giacomo

  • Cronaca

    Latitante da 12 anni "beccata" a Duino: arrestata 26enne per furto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento